Granozzo Provincia

Granozzo più vicina al Burkina Faso grazie alla soia

Il progetto “La soia per un sorriso a Founzan” verrà realizzato dall’amministrazione comunale attraverso un bando regionale, legando il Piemonte e l’Africa sub-sahariana attraverso partenariati territoriali per realizzare un futuro sostenibile

Granozzo con Monticello e il Burkina Faso ora sono più vicini. A legarli è il progetto “La soia per un sorriso a Founzan”, che verrà realizzato dall’amministrazione comunale attraverso un bando regionale, legando il Piemonte e l’Africa sub-sahariana attraverso partenariati territoriali per realizzare un futuro sostenibile.

Il bando, sostenuto dalla regione e dalla Compagnia di San Paolo, prevede progetto approvato per un importo di 8.300 euro di cui 6.000 a carico della Regione e della compagnia di San Paolo, mentre la restante quota sarà a carico del comune di Granozzo con Monticello.

Ieri è stato firmato il protocollo di intesa tra il comune e la CISV (ong piemontese che opera in Burkina Faso da più di 20 anni ) al fine di dare avvio al progetto. L’incontro ha visto, fra gli altri, la presenza di Michele Vaglio Iori, responsabile della CISV per l’Africa sub- sahariana; Sayouba Ouedrago, responsabile dei progetti di cooperazione decentrata della CISV in Burkina Faso; dei consiglieri comunali di Granozzo con Monticello, della presidente della Biblioteca Fabrizia Bandi e la vice presidente Carla Cestagalli e di alcune insegnanti della scuola comunale di Granozzo

Tre gli obiettivi sostanziali del progetto: promuovere lo sviluppo locale sostenibile, ridurre la povertà, le ineguaglianze e l’insicurezza alimentare, migliorare la reciproca percezione dei territori, favorendo in particolare una maggiore conoscenza delle realtà nelle quali si originano i flussi migratori.

Il progetto andrà a realizzarsi in Burkina Faso, uno dei paesi più poveri del mondo e, in particolare, promuoverà un processo di cooperazione con il comune di Founzan situato nella sudovest dello stato africano.

 

 

La scelta di collocazione è dettata da due principi fondanti: “identità di territorio” e “identità di coltivazioni agricole”, in particolare il riso. Già da diversi anni, il consigliere comunale Claudio Salsa ha maturato esperienza nel campo della cooperazione specialistica in ambito agricolo con il Burkina Faso, partecipando a precedenti progetti di sviluppo della risicoltura proprio in quei luoghi.

In questo contesto e con questo primo progetto, il Comune di Granozzo con Monticello vuole quindi avviare ed instaurare con il Comune di Founzan una collaborazione proficua in campo agricolo ed un percorso di sensibilizzazione reciproca nell’ambito della cooperazione internazionale e dell’educazione ad una reale cittadinanza globale

Il progetto riguarda la coltivazione della soia come complemento a quella del riso, nonché la sua trasformazione e utilizzo nelle famiglie e nelle mense scolastiche: ciò perché la coltivazione del riso è divenuta poco remunerativa a causa di politiche economiche e di importazione che, purtroppo, allo stato attuale di mercato ne disincentivano la produzione.

In concreto, il progetto prevede la formazione di 10 donne animatrici e formatrici della COPSA-C: queste avranno a loro volta il compito di diffondere tra i membri della COPSA-C quanto appreso nella formazione. L’attività sulla soia sarà, almeno inizialmente, un’attività a cui si dedicheranno soprattutto le donne, in quanto responsabili dell’andamento quotidiano del ménage e dedicate alla preparazione del cibo, quindi attente ad una buona nutrizione dei componenti della famiglia.

Alla formazione parteciperanno anche due tecnici della municipalità di Founzan che potranno diffondere anche loro presso il resto della popolazione le conoscenze apprese durante la formazione.

Il progetto prevede, altresì, l’acquisto di equipaggiamenti e materiali per la conservazione e la trasformazione della soia: quale risultato, è attesa la formazione di 12 figure specialistiche con il compito di diffondere i metodi di coltivazione della soia , portando nel contempo a produzione alcune decine di ettari.

E’ inoltre in previsione di dotare COPSA-C delle attrezzature per trasformare la soia, convenzionando convenzionare il comune di Founzan con COPSA-C per utilizzare i prodotti a base di soia nelle mense scolastiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,