Gattico Provincia Veruno

Fusione Gattico-Veruno, domenica si vota

Alle urne fino alle 23, subito dopo lo spoglio delle schede. Non c'è quorum, il risultato sarà comunque valido qualunque sia il numero dei votanti

Urne aperte, dalle 7 alle 23 di domenica 11 novembre, a Gattico e a Veruno per il referendum popolare sulla fusione dei due comuni.

Sulla scheda una domanda secca e sempice: “Volete l’istituzione di un nuovo comune, denominato Gattico Veruno, mediante la fusione dei comuni di Gattico e di Veruno in Provincia di Novara?”, a cui si potrà rispondere si o no.

È il passaggio fondamentale di un lungo percorso che ha portato alla maturazione di un percorso che dovrà avere il suo compimento nelle eventuali deliberazioni dei consigli comunali prima e del consiglio regionale poi. I

Il quesito sarà semplice: sei a favore della fusione fra Gattico e Veruno? La risposta: sì o no.

Il referendum è consultivo e non vincolante, ma sarà determinante sulle scelte cui saranno chiamati prima i Consigli comunali delle due località e quindi la Regione Piemonte.

Si vota in cinque seggi: tre nel territorio di Gattico (due alle scuole del paese e uno nelle elementari della frazione di Maggiate Superiore), due a Veruno in biblioteca e nella frazione di Revislate. Gli elettori sono 2961 di Gattico e 1578 di Veruno.

Lo spoglio delle schede avverrà subito dopo il completamento delle operazioni di voto: questo referendum non prevede il quorum, e quindi il risultato sarà valido qualunque sia il numero dei votanti

Con la fusione il nuovo comune supererebbe i 5400 abitanti  e avrà una maggiore disponibilità finanziaria di almeno 4 milioni di euro in dieci anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati