Culture Cureggio Provincia

“Creare il museo”, un percorso formativo al TAM di Cureggio

Un progetto coordinato dalla cooperativa Aurive di Novara che si terrà al centro multimediale di documentazione dedicato alla storia del territorio novarese fra epoca Tardo Antica e Medioevo. Primo appuntamento sabato 4 maggio

“Creare il museo. Un percorso formativo per aggiornarsi e progettare nuove idee”. È questo il titolo dei tre workshop gratuiti che inizieranno sabato 4 maggio al TAM di Cureggio, un centro multimediale di documentazione dedicato alla storia del territorio novarese fra epoca Tardo Antica e Medioevo, da poco inaugurato. Nei workshop saranno sviluppati contenuti culturali innovativi dedicati a didattica, video mapping, visite teatralizzate, gaming e fumetto con un premio finale di 5.000 euro per le migliori idee, proposte dai partecipanti, che svilupperanno servizi didattici e un piano di comunicazione.

Nel progetto, realizzato dal comune di Cureggio e sostenuto da Compagnia di San Paolo con il bando “Luoghi della cultura”, la cooperativa Aurive di Novara coordinerà l’organizzazione dei workshop e accompagnerà i partecipanti nella presentazione delle idee per il premio, che un comitato scientifico sceglierà nel mese di giugno, inserendole nell’attività dello spazio TAM a partire da settembre 2019.

 

 

«Cerchiamo persone motivate – spiega Luca Martelli, vice presidente di Aurive – giovani interessati ad un percorso formativo avanzato e persone che vogliono sviluppare professionalità multisettoriali in ambito culturale (guide, attori, progettisti, animatori, educatori, programmatori). I workshop saranno gratuiti: offriremo uno sguardo aggiornato su quello che sta accadendo in Italia e nel mondo, proponendo una serie di incontri con professionisti che operano nell’ambito culturale utilizzando nuovi linguaggi per ampliare la base di frequentazione dei pubblici».

Si comincia, dunque, sabato 4 maggio con un modulo dedicato alla didattica, con Giuliano Gaia, fondatore di InvisibleStudio, docente allo Iulm, una delle voci più innovative del panorama culturale italiano e Flavio Pessina, direttore museale, esperto di didattica digitale e servizi educativi. Nel pomeriggio spazio alle visite teatralizzate con Luca Martelli (project manager
della cooperativa sociale Aurive, consulente di servizi culturali) che presenterà un modo insolito per raccontare il patrimonio in maniera diretta ed accattivante, destinato a cambiare le tradizionali modalità di visita.

Sabato 11 maggio sarà Davide Dagosta, fondatore di CreAttivi, una start up premiata da Fondazione Cariplo con il bando Innovazione Culturale, a presentare nuove suggestioni legate al gaming: con il gioco infatti si possono imparare molte cose dentro e fuori dal museo, come dimostrato da importanti istituzioni che hanno scelto questa via per coinvolgere nuovi pubblici.

Conclusione sabato 25 maggio con una mattina dedicata al fumetto con Daniele Rudoni, disegnatore e colorista, che presenterà l’idea di utilizzare fumetto e graphic novel come strumento per raccontare beni culturali complessi e una seconda parte dedicata al video mapping con Emiliano Zito, visual designer della start up innovativa Electric Land, che proporrà una riflessione su video mapping e story telling animato.

Iscrizione via mail a info@aurive.it entro e non oltre giovedì 2 maggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,