Cerano

«Troppi rifiuti non nostri»: controllo serrata all’isola ecologica di Cerano

L'amministrazione ha deciso di imporre un filtro per ridurre i costi di pagamento del centro conferimento rifiuti

Presto anche l’isola ecologica di Cerano sarà dotata di sbarra per consentire l’accesso soltanto ai residenti. La motivazione che ha spinto l’amministrazione Volpi a compiere questa scelta è molto semplice: ogni anno il Comune si trova a pagare cifre molto elevate per i rifiuti, cifre molto più alte rispetto a paesi e città più popolati. Si tratta di manutenzione straordinaria dell’area e il lavoro è inserito nei 700mila euro di variazione di bilancio approvata una decina di giorni fa.

 

 

«Ci siamo accorti che il nostro centro di conferimento rifiuti è meta di persone che vengono da fuori Cerano, – dice il sindaco Andrea Volpi – al momento c’è un controllo, ma non è così efficace, soprattutto perché se le persone si presentano magari con una sorta di documento le si lascia passare. Però il problema è ormai concreto e spesso la previsione che viene fatta di spesa non corrisponde poi a ciò che si paga davvero». Ecco la necessità di porre un filtro: «E’ necessario un controllo più serrato per risolvere questo problema, – chiude il primo cittadino – ciascuno si impegna nella raccolta differenziata per avere un risparmio generale, non possiamo poi spendere milioni di euro nei rifiuti dell’isola». Il sistema della tessera ai cittadini è attivo e ben funzionante in altri Comuni come per esempio Trecate.

  1. Avatar
    Carmelo Pintagro

    Penso sia.una decisione corretta pertanto chiedo di essere gentilmente informato su quando e come bisognerà richiedere la tessera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati