Politica

Tutto come previsto: Binatti unico aspirante alla Provincia

Chiuse a mezzogiorno di oggi le operazioni per il deposito delle candidature e delle relative firme. In campo solo il sindaco di Trecate, rappresentante del centrodestra

Dunque tutto come previsto: c’è un candidato unico per la carica di Presidente della Provincia di Novara. Chiusi alle 12 di oggi i termini per la presentazione delle firme necessarie (almeno 156 su un totale di 1037 tra sindaci e consiglieri comunali in carica negli 88 comuni della provincia), un solo nome è in lizza, quello di Federico Binatti, sindaco di Trecate, aderente a Fratelli d’Italia e sostenuto anche da Lega e Forza Italia.

Già nota la decisione del centrosinistra di non correre in questo turno, ma di concentrarsi sulla costituzione di una lista “larga” per il rinnovo del consiglio provinciale in programma nel prossimo gennaio, restava la curiosità circa l’ipotesi di discesa in campo del sindco di Varallo Pombia Alberto PIlone, che però ha evidentemente scelto di rimanere fuori dalla corsa.

Si voterà il 31 ottobre, mercoledì, dalle 8 alle 20. Saranno aperti due seggi: il primo  presso la sede della Provincia (Palazzo Natta) e riservato per il capoluogo e i Comuni di Barengo, Bellinzago Novarese, Biandrate, Borgolavezzaro, Briona, Caltignaga, Cameri, Casalbeltrame, Casaleggio Novara, Casalino, Casalvolone, Castellazzo Novarese, Cerano, Galliate, Garbagna Novarese, Granozzo con Monticello, Landiona, Mandello Vitta, Marano Ticino, Mandello Vitta, Marano Ticino, Mezzomerico, Momo, Nibbiola, Oleggio, Recetto, Romentino, San Nazzaro Sesia, San Pietro Mosezzo, Sillavengo, Sozzago, Terdobbiate, Tornaco, Trecate, Vaprio d’Agogna, Vespolate, Vicolungo e Vinzaglio.  Il secondo nel Comune di Borgomanero (in corso Cavour 16) per tutti gli altri.

Si vota con un sistema a voto ponderato: i voti cioè non sono tutti uguali, ma il loro valore dipende dalla popolazione dei comuni di cui gli elettori sono rappresentanti.

Ma in questo turno riservato al presidente, con un unico candidato in campo, i tecnicismi sono davvero poco rilevanti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

Sponsorizzato

La pubblicità su La Voce? PIù spendi più guadagni

La pubblicità su La Voce? Più spendi più guadagni

Lo sapevi che più pubblicità fai sul nostro quotidiano on line e sul nostro free press più guardagni? Da quest’anno, infatti, è stato approvato il cosiddetto Bonus Pubblicità che permette alle imprese, ai lavoratori autonomi e agli enti non commerciali di usufrire di un credito d’imposta in relazione agli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa. L’ammontare del beneficio Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati e, addirittura, del 90% nel caso si tratti di microimprese, piccole e medie imprese e start-up innovative.