Politica

Per Sozzani e Liuni solo posti a rischio?

Nastri quasi certo nell'uninominale al Senato a Novara, il segretario del Carroccio terzo nel proporzionale alla Camera, il consigliere regionale di FI sarebbe al secondo sempre per Montecitorio

La cautela non è mai superflua, perché i “summit” definitivi n qualche caso sono in corso nel pomeriggio di oggi (domenica) e in qualche altro sono in programma domattina presto. E soprattutto i piedi di piombo sono di prammatica, visto quanto sta accadendo un po’ su tutti i fronti.

Le certezze saranno quindi tali solo al momento del deposito formale delle liste.

Ma sembra davvero che i giochi siano quasi definitivamente fatti anche nel Centrodestra. E tutti i nomi novaresi in lizza sono della partita, così come La Voce aveva anticipato nei giorni scorsi, anche se con qualche sorpresa sulle collocazioni.  E in qualche caso, con più di un grattacapo.

Il collegio uninominale per la Camera di Novara sarà appannaggio, come previsto, della Lega Nord che schiererà il sindaco di Arona Alberto Gusmeroli, mentre nel Vco la candidata sarà Mirella Cristina, consigliere comunale a Verbania e coordinatrice di Forza Italia per la provincia del VCO.

Per palazzo Madama sembra confermata la candidatura nell’uninominale a Novara di Gaetano Nastri di Fratelli d’Italia, come ampiamente pronosticato.

Più o meno definiti anche i listini di partito del plurinominale per la Camera dei Deputati.

La pattuglia di Forza Italia, (che ha chiuso i giochi defintivamente nel pomeriggio di oggi) sarà capitanata dalla consigliera regionale Daniela Ruffino, torinese. Subito dietro c’è Diego Sozzani., segretario provinciale novarese e consigliere regionale, le cui chance di entrare a Montecitorio sono strettamente legate al successo della capolista negli altri collegi in cui è candidata (l’uninominale a Pinerolo – collegio difficilissimo per il centrodestra – e il proporzionale nel collegio di Torino). Nella lista segue ancora Mirella Cristina, e, infine, il vercellese Luca Pedrale, ex capogruppo a Palazzo Lascaris ai tempi della presidenza Cota.

Nessun novarese per gli azzurri nella lista del Senato, che sarà aperta dalla uscente Maria Rizzotti  seguita al secondo posto dal coordinatore regionale, il biellese Gilberto Pichetto, e al terzo da un altro biellese, Paolo Vercellotti, Ultimo posto in lista per l’ex sindaco di Santena Benny Nicotra,

La Lega affida la guida del listino proporzionale della Camera nel collegio che comprende il novarese a Riccardo Molinari, segretario regionale (super blindato con la candidatura anche nel Torinese e nell’uninominale nella sua Alessandria): al secondo posto una candidata “paracadutata” dalla Lombardia, Elena Lucchini, segretaria del Carroccio a Voghera. Solo terzo posto in lista per Marzio Liuni presidente della Sun e segretario provinciale della Lega a Novara. Anche per lui le possibilità di riuscita – sebbene i sondaggi diano il Carroccio primo partito della coalizione – sono legate ai successi negli altri collegi di chi lo precede in lista. Il listino è chiuso dalla biellese Cristina Patelli

Per quanto riguarda il Senato, il capolista della Lega nel collegio che comprende anche Novara dovrebbe essere, come avevamo anticipato il verbanese Enrico Montani, già deputato e senatore. Seguirà un’altra candidata “paracadutata”, pare da Bergamo, poi il cuneese Giorgio Bergesio e l’ossolana Maria Elena Gandolfi

Ancora tutti da definire la “formazione” di Fratelli d’Italia, ma sembra ormai certo che Guido Crosetto, già sottosegretario ai tempi del governo Berlusconi, guiderà le liste proporzionali

Ma ormai l’attesa si è fatta breve…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Consigliati