Politica Taccuino elettorale

Rosato a Novara per la campagna Pd

Il capogruppo alla Camera dei Deputati ha tenuto oggi in città un incontro insieme alla senatrice Elena Ferrara, all'onorevole Enrico Borghi e a Rossano Pirovano candidato al Senato al plurinominale Piemonte 2

«Questi 5 anni sono iniziati con il Parlamento circondato, noi siamo riusciti a prendere per i capelli questa legislatura e l’abbiamo rimessa al servizio degli italiani. Abbiamo lasciato il paese molto meglio di come l’abbiamo trovato: un milione di posti di lavoro non sono solo un dato Istat, sono persone che oggi hanno un lavoro».

Così ha esordito Ettore Rosato, capogruppo del Partito Democratico alla Camera dei Deputati, oggi, martedì 13 febbraio, a Novara per la campagna elettorale. «Abbiamo un programma realizzabile a differenza di altri partiti, costituito da 100 cose fatte e 100 cose da fare».  Tra le 100 cose fatte Rosato ha ricordato il Reddito di inclusione (la prima misura universale contro la povertà) e le Unioni civili mentre tra i principali punti del programma per la prossima legislatura ha citato la riduzione del cuneo fiscale e le assunzioni di nuovi poliziotti.

Oltre a Rosato sono intervenuti anche i candidati Ferrara, Borghi e Pirovano. La senatrice uscente e candidata per il collegio uninominale al Senato Novara – VCO Elena Ferrara ha affermato che: «abbiamo lavorato molto per Novara e per il sociale, basti pensare la legge sul Cyberbullismo che è oramai storia e che è partita da questa città – ha proseguito la senatrice – oggi è una giornata felice per Novara, perché sono stati superati tutti gli ostacoli per la realizzazione della Citta della Salute e della Scienza».

L’onorevole Enrico Borghi ha ricordato che «noi abbiamo cercato di costruire la nostra campagna elettorale con un tratto distintivo, senza volgarità e con un gioco di squadra iniziato in Parlamento, grazie alla regia e al grande lavoro di Ettore Rosato».

Borghi ha rivendicato alcuni provvedimenti in 5 anni di legislatura, tra cui la sottoscrizione dell’accordo di programma tra Regione Piemonte e Ministero dell’Economia per l’avvio della Città della Salute di Novara, la raccolta dei primi fondi per la realizzazione del nuovo polo ospedaliero unico del Verbano Cusio Ossola, le risorse per il completamento della Tangenziale di Novara e da ultimo è stato stabilito il ruolo di Novara come polo della logistica piemontese.

Rossano Pirovano, candidato al Senato al collegio plurinominale Piemonte 2, ha ricordato che «questo territorio non è facile per noi, a parte la parentesi Ballarè, questa è la città della Lega, la città di Cota e Giordano. Noi combattiamo ogni giorno con i nostri valori, contro chi parla alla pancia della gente. Siamo un grande Partito, ma dobbiamo parlare al cuore e alla testa della gente». Pirovano ha concluso ribadendo la sua soddisfazione per alcuni provvedimenti adottati in questa legislatura come la legge contro il Cyberbullismo e la legge “Dopo di noi”.

[Nella foto in evidenza, Rosato al centro tra Ferrara e Borghi]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,