Politica

Pd: «La giunta ha scelto di colpire gli ultimi»

Tensione nella sesta commissione per l'affermazione dell'assessore Iodice che ha definito i minori stanieri «una palla al piede»

Con la convocazione “bis” di questa mattina della Quinta commissione consiliare, dedicata in particolare ai temi della mobilità, si conclude il percorso di ricognizione del bilancio di previsione 2018 che arriverà in aula entro fine mese.

Un percorso, quello delle commissioni, in cui si sono più volte vissuti momenti di tensione tra l’opposizione e la maggioranza, con gli assessori spesso in difficoltà e il sindaco Alessandro Canelli chiamato sempre in causa a fare da “salvagente”.

Una situazione che si è ripetuta ancora ieri, giovedì 15 febbraio, nella seduta della Sesta commissione, dedicata alle politiche sociali.

I numeri dei capitoli dedicati alla spesa sociale sono stati passati alla lente di ingrandimento dai consiglieri del Pd che hanno messo in luce nei loro interventi i consistenti tagli applicati dall’amministrazione: meno 230.000 euro circa per le rette dei minori accolti in comunità, meno 25.000 per gli affidi, meno 25.000 circa per le attività educative destinate ai disabili. E poi ancora quasi 40.000 euro in meno per i cantieri di lavoro. «Hanno tagliato pesantemente – commenta la consigliera Dem Sara Paladini – anche sui capitoli relativi all’edilizia popolare, un tema su cui hanno costruito molta parte delle loro fortune elettorali. E oggi tolgono più di 100.000 euro per le manutenzioni degli edifici e circa 90.000 per il fondo sulle morosità» «Anche sul tema del lavoro c’è un taglio – commenta il consigliere Rossano Pirovano – di quasi 40.000 euro sui cantieri di lavoro per i disoccupati».

«Qui siamo in presenza – ribadisce Paladini – di una precisa scelta politica: si risparmia sulla spesa sociale, lasciando indietro gli ultimi. E questo per noi è inaccettabile»

Come si diceva anche in questa occasione è stato il sindaco Canelli a fare scudo alla sua amministrazione. La difesa messa in campo, tutta giocata sui numeri: «La spesa sociale tiene, perchè è diminuita dell’1,3 % nonostante gli oneri legati all’aumento dei costi per il personale con il rinnovo del contratto di lavoro e alle riduzioni dei trasferimenti da parte dello Stato».

Anche da parte della maggioranza è venuta qualche critica all’assessore Iodice, che pure in questa occasione è arrivato in commissione documentato e con il giusto supporto da parte dei funzionari e del dirigente. Il capogruppo di “Forza Novara”, Valter Mattiuz, ha stigmatizzato le lentezze con cui l’ufficio fornisce i documenti ai consiglieri comunali che li richiedono.

Ma la reazione più forte da parte della opposizione Pd è venuta alla frase – peraltro davvero infelice – dell’assessore Iodice che parlando dei minori stranieri non accompagnati li ha definiti «la nostra palla al piede».

«Questo linguaggio – sottolinea Paladini – è rivelatore di una mentalità che per noi è inaccettabile» .

Anche sul fronte della spesa sociale l’opposizione annuncia una serie di emendamenti che saranno presentati nei prossimi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,