Cronaca Politica

Palazzo Cabrino, la minoranza accusa il comandante della Polizia Locale

I temi della commissione di ieri erano le sanzioni per chi abbandona i rifiuti e chi utilizza il cellulare al volante. Ma il capogruppo del Pd, Rossano Pirovano ha puntato il dito contro Di Troia: «Numeri e dati sono già stati diffusi da un organo di stampa qualche giorno fa. Questa assemblea è la prima che deve essere messa a conoscenza della situazione»

Una riunione apparentemente di routine della VI commissione consiliare, nel pomeriggio di ieri, ha finito per originare un attacco della minoranza al comandante della Polizia Locale, Pietro Di Troia e, di riflesso, all’assessore alla Sicurezza, Luca Piantanida. Nel metodo, più che nel merito. Il perché lo ha spiegato il capogruppo del Pd, Rossano Pirovano: «Oggi siamo stati convocati per ascoltare l’assessore e il comandante dei Vigili sul tema delle sanzioni per chi abbandona i rifiuti e chi utilizza il cellulare al volante. Numeri e dati che, però, sono già stati diffusi da un organo di stampa qualche giorno fa. Mi chiedo il motivo di questa commissione, che ha dei costi per le casse comunali. Questa assemblea è la prima che deve essere messa a conoscenza della situazione. Oggi potevamo tranquillamente rimanere a casa…».

Entrando più nel dettaglio, l’assessore ha presentato invece uno dei nuovi servizi messi a punto dal suo assessorato, volto a contrastare l’utilizzo del cellulare in auto, un’abitudine che, dati alla mano, è considerata una delle prime cause di incidenti. Sulle strade di Novara sono arrivati i “Falchi”, un servizio che prevede il controllo del territorio da parte di agenti in borghese che, in sella a moto civetta, cercheranno di “pizzicare” chi telefona o chatta in auto. Poi scatterà la sanzione. «Nonostante i dispositivi esistenti – ha proseguito Piantanida – le sanzioni sono purtroppo in aumento: quest’anno le multe elevate sono già 119 a fonte delle 33 nel 2018».

Sempre dallo scorso mese di luglio sono scattate anche azioni di prevenzioni e repressione del fenomeno di abbandono incontrollato dei rifiuti. Un apposito nucleo della Polizia Locale opererà anche in questo caso a bordo di auto civetta, in orari diurni e notturni: «A oggi – così ancora l’esponente della giunta – sono stati 56 i veicoli controllati e tredici sono state le sanzioni elevate nei confronti di autotrasportatori non in regola con i documenti. Sono stati poi rimossi 22 veicoli “abbandonati” e altre multe per la violazione dello smaltimento dei rifiuti e la mancata effettuazione della raccolta differenziata».

 

 

Ma diversi commissari hanno voluto mettere l’accento sul proliferare, in diverse zone della città, di discariche abusive. In particolare, Michele Contartese (Forza Italia) ha chiesto la messa in campo di veri e propri “ispettori ambientali”, sollecitando la rimozione degli ingombranti entro le 48 ore. Tornando alle sanzioni per la violazione di regolamenti, Sara Paladini, consigliera dem, ne ha approfittato per chiedere provocatoriamente conto di una serie di “reati” introdotti nel Regolamento di Polizia Urbana a suo tempo contestati: «Quante sono state le multe elevate per biciclette legate ai pali, per l’abbandono di bottiglie di vetro e, soprattutto nei mesi estivi, per l’utilizzo di… abiti succinti?». Promettendo nuove battaglie in sede di consiglio comunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,