Politica

A Novara e nel Vco centrosinistra avanti di una incollatura

Una simulazione con i dati del 2013 sui probabili collegi del nostro territorio. Testa a testa tra i due fronti con il M5S staccato

Il “Rosatellum bis” deve ancora diventare legge dello Stato, ma già fra i parlamentari è caccia alle notizie che indichino il futuro, ovvero come saranno composti i collegi da cui dipenderanno le candidature e gli esiti delle elezioni.

Il compito di disegnarli sarà del Governo nel mese successivo alla pubblicazione della legge in Gazzetta Ufficiale. Ma già si rincorrono voci, mail ed anche bozze ricalcanti leggi passate o proposte di modifica poi lasciate temporaneamente da parte. Il “Rosatellum bis” infatti definisce solo il numero dei parlamentari tra uninominale e proporzionale e quello delle circoscrizioni.

Dunque i collegi. Una voce accreditata che abbiamo raccolto da più fonti, fornisce una indicazione precisa sulla suddivisione del nostro territorio, come per l’intero Piemonte.

I DEPUTATI DA NOVARA
Per la Camera i collegi dovrebbero basarsi sulla suddivisione fatta per il Senato dalla legge Mattarella ed utilizzata nelle elezioni del 1994, 1996 e 2001. Guarda caso prevedeva 232 collegi e 232 sono i deputati (compreso il valdostano) che saranno eletti con l’uninominale. Quindi ecco il collegio di Novara che comprende il capoluogo, Trecate e altri 54 comuni fino a comprendere, a Nord,  Ghemme, Fontaneto d’Agogna, Bogogno, Veruno e Castelletto Ticino, e il collegio di Verbania con tutto il Vco e l’Alto Novarese delimitato a Sud dall’autostrada e comprendente Borgomanero e Arona. Ciascuno eleggerà un deputato, quello della coalizione più votata.

Il collegio plurinominale proporzionale che ci riguarda sarà con l’estensione del Quadrante, cioè i territorio di Novara, Verbania, Biella e Vercelli. Per i primi tre sarà il territorio provinciale mentre per Vercelli dovrebbe essere (a meno di una scelta ad hoc di considerare solo la provincia) comprendente anche il territorio di Casale Monferrato così come era il collegio senatoriale di Vercelli del “Mattarellum”che si allargava a Sud lasciando la Valsesia con Biella. Da questo collegio dovrebbero uscire 6 parlamentari.

E chi sarà eletto? Una elaborazione con i voti delle Politiche 2013 (con tutti i limiti e le approssimazioni del caso) nei due collegi uninominali – dove valgono le coalizioni – indica la lieve prevalenza di un Centrosinistra “moderato”, calcolato senza l’apporto delle sinistre (allora Sel e Rivoluzione Civile di Ingroia), ma sommando i voti di Pd e Scelta Civica, davanti al Centrodestra classico (Pdl, Lega, Fdi e La Destra), con i Cinquestelle staccati. Il collegio di Novara dà Centrosinistra 34,4%, Centrodestra 33,5%, Cinquestelle 24,7% con un pacchetto del 3,9% accreditabile alle sinistre e un 2,8% a formazioni centriste (Udc e Fare). Il Collegio di Verbania mostra Centrosinistra 35,1%, Centrodestra 34,8%, Cinquestelle 22,7%. Il collegio proporzionale di Quadrante “allargato” al Casalese, in cui si possono considerare i partiti, mostra il Pd al 24,6%, i Cinquestelle al 24,3%, Pdl (oggi Forza Italia) al 23,6%, poi Scelta Civica al 9,9%, Lega Nord 6,8%, Sinistre 3,9%, Fratelli d’Italia 3%. Con il proporzionale puro i sei eletti sarebbero in prima battuta 2 al Pd e M5S, uno a Pdl e Scelta Civica. Poi si dovrebbero vedere i resti a ricaduta dal riparto nazionale.

I SENATORI DA NOVARA
Per il Senato, i cui collegi sono più ampi essendoci la metà degli eletti dell’altro ramo, si può fare ricorso ai territori disegnati dalla legge “Italicum” nel 2015 (e mai utilizzata) che prevedeva (ovviamente alla Camera) in tutto 100 collegi ed ora il Rosatellum bis ne indica 109 uninominali per il Senato. L’Italicum prevedeva il Collegio 01 degli otto piemontesi con le due province di Novara e Vco unite e questo probabilmente sarà il collegio uninominale del nostro territorio. Quello proporzionale plurinominale potrebbe essere il “Quadrante” più l’area verso Alessandria e verso Ivrea (con tre collegi da oltre un milione di elettori in Piemonte) e addirittura l’intera circoscrizione Piemonte 2 della Camera (tutto il Piemonte tranne la Provincia di Torino).

Con i voti del Senato 2013 il collegio uninominale Piemonte 1 (Novara+Vco) sarebbe vinto dal Centrosinistra “moderato” con il 36,7%, a seguire Centrodestra 34,8% e Cinquestelle 21,9%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati