Politica

Martelli: «Volevo essere il primo della classe e ho esagerato»

Sarebbe questa la giustificazione fornita dal senatore novarese ai vertici del Movimento 5 Stelle

Lui è chiuso in casa e non parla con nessuno, meno di tutti con i giornalisti. Il suo (ormai ex) assistente parlamentare ha chiesto di essere lasciato in pace, deve pensare a cercarsi un lavoro. Il “caso” di Carlo Martelli, il senatore novarese ‘pizzicato’ dalle Iene per un ammanco di 76 mila euro nelle restituzioni M5S al fondo per le piccole e medie imprese  rivela ogni giorno aspetti sempre più sconcertanti.

Secondo quanto apprende l’Adnkronos per la Voce infatti,  Martelli avrebbe fornito ai vertici del Movimento una versione dei fatti che lascia a bocca aperta: il senatore novarese sarebbe stato vittima di una sorta di “sindrome del primo della classe”. Per mettersi in evidenza davanti a Di Maio e Casaleggio  voleva figurare tra quelli che restituivano di più e per questo avrebbe cominciato a ‘truccare’ i bonifici, dichiarando di aver restituito più di quanto realmente devoluto.

 

Non si sa se l’autodifesa del senatore divenuto famoso perchè era solito andare in parlamento indossando sandali “da francescano”, convincerà il collegio dei probiviri pentastellati.  Al momento il “capo politico” Luigi Di Maio non risparmia nei suoi confronti, come degli altri “furbetti del rimborso” parole sprezzanti.  «Evidentemente – ha detto oggi Di Maio-  ho sbagliato a fidarmi dell’essere umano. Però c’è tempo per rimediare. Queste persone, appena sono state individuate, sono state allontanate». L’espulsione di Martelli sembra già decisa.

Intanto a Novara dalle parti del M5S del caso non si parla. La campagna elettorale prosegue senza Martelli, di cui, a osservare i comportamenti di quelli che sono stati fino a pochi giorni fa i suoi compagni di strada, si è già quasi persa la memoria.

(Nella foto: l’inviato delle Iene con Martelli a Novara, nella sede dell’ex CdQ Sacro Cuore dove il Movimento tiene le sue riunioni settimanali ogni giovedì)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,