Politica

M5S, tutti a bordo dell’auto elettrica

Presentati i candidati pentastellati, con gli uscenti Crippa e Martelli. «Siamo pronti a governare»

Movimento 5 Stelle, interno con pareti blu, vista Castello e piazza Martiri.

Ci sono i due parlamentari uscenti, Davide Crippa e Carlo Martelli. Chi se li ricorda nel 2013 sul palco con Beppe Grillo, un po’ impacciati e timidi, non può che rendersi conto che sono passati cinque anni e che di acqua ne è passata sotto i ponti.«Ma i valori – sottolinea il senatore Martelli – sono rimasti gli stessi» Poi c’è l’artigiano di San Maurizio d’Opaglio, Donato Lena. Uno che se mentre lo ascolti chiudi gli occhi potrebbe farti confondere con la presentazione dei candidati di Forza Italia («Noi partite Iva siamo il motore dell’Italia. Glù a Roma è tutta burocrazia»). Il candidato al collegio uninominale del Senato è la quota società civile: Fabio Barbieri, novarese consulente d’azienda che ha «accolto l’invito di Luigi Di Maio a mettere competenze e conoscenze al servizio del progetto del Movimento». C’è Lucia Azzolina, siciliana di nascita e biellese d’adozione: parla di scuola e infila una citazione dal “Candide” di Voltaire, una frase in latino e finisce occhieggiando anche al “Yes we can” di Obama. Infine Manuela Mattei di Vercelli. Lei, pubblicista e collaboratrice di giornali e radio nella città bicciolana, faceva l’assistente di un parlamentare, Mirko Busto, e oggi si trova in lista insieme a lui (che pure è candidato nel collegio, ma oggi assente).

È la squadra pentastellata per le elezioni del 4 marzo. Loro ci credono davvero: «siamo pronti per governare, questa volta c’è molta più voglia di vincere che in passato» ripete Crippa, anche se riconosce che sul territorio novarese, che soprattutto nelle consultazioni amministrative non è mai stato generoso con i grillini, la partita non è facile. «Ma – dice – abbiamo temi forti, come quello della transizione energetica con l’uscita dal carbone».

Faranno campagna elettorale girando il collegio con un’auto elettrica. «Anche se non sarà facile trovare le colonnine per ricaricare. L’unico posto dove siamo messi bene è Novara». Esatto. Di colonnine ce ne sono 4 e sono una dote del tanto vituperato (anche dai 5Stelle) Piano Musa…..

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Consigliati