Amministrative Europee Politica Regionali Taccuino elettorale

Le prime reazioni alla chiusura dei seggi

Luini (Lega) non si sbilancia, Nastri (Fdi) attende i primi numeri, Zacchero (M5S) appare ottimista

Sarà un pizzico di scaramanzia, sarà che i primi risultati veri e autentici si dovrebbero conoscere a notte fonda, sta di fatto che i leader novaresi dei principali partiti politici non sembrano vivere con particolare ansia l’inizio dello scrutinio per le europee.

Non si sbilancia assolutamente Marzio Liuni, segretario provinciale e parlamentare della Lega, che dà appuntamento a tutti per la mattinata di lunedì, così come il senatore di Fratelli d’Italia Gaetano Nastri: «Parlerò quando avremo numeri in mano». Del partito di Giorgia Meloni era in lizza per un seggio a Bruxelles l’unica novarese, l’assessore allo Sport del capoluogo Marina Chiarelli: «Come ho trascorso questa giornata? In famiglia e incontrando gli amici che mi hanno sostenuta in questa straordinaria avventura», queste le sue dichiarazioni a pochi minuti dalla chiusura delle urne: «Vada come vada – ha aggiunto – posso dire di essermi divertita. È stata un’esperienza unica, che ho affrontato in maniera davvero sportiva».

Urne appena chiuse e tanti si spostano ai seggi, dove eserciteranno anche il compito di rappresentante di lista. Luca Zacchero, candidato in Regione per il Movimento 5 Stelle, appare ottimista e dà appuntamento a tutti in Prefettura. La lunga notte sta per iniziare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati