Politica

La Provincia non lascia l’Istituto Storico della Resistenza. Per ora.

La maggioranza di centrodestra non vota un Odg presentato dal Partito Democratico che chiedeva l'impegno a mantenere la partecipazione al consorzio dell'ISRN "Fornara"

L’amministrazione provinciale non ha intenzione di abbandonare il consorzio dell’Istituto Storico della Resistenza. Almeno per il 2019.

È questa la notizia emersa ieri pomeriggio nel corso del Consiglio Provinciale, convocato a Palazzo Natta, nel dibattito su una mozione presentata dal gruppo del Partito Democratico. In pratica il documento, che è stato illustrato da Milù Allegra, chiedeva all’amministrazione Binatti l’impegno a mantenere la quota del consorzio di enti locali che è proprietario dell’Istituto Storico della Resistenza “Piero Fornara”.

«Un documento – ha spiegato il consigliere Marco Uboldi – è stato suggerito dalla preoccupazione che il presidente Federico Binatti possa fare anche in provincia ciò che ha fatto come sindaco di Trecate. Infatti nella prima seduta dopo il suo insediamento annunciò l’uscita di Trecate dal consorzio dell’ISRN».

 

 

La risposta della maggioranza è stata affidata al consigliere Ivan De Grandis di Fratelli d’Italia, che ha definito il documento del Pd «strumentale e pieno di preconcetti ideologici. Non avevamo preso minimamente in considerazione l’ipotesi ventilata dalla mozione». Anche perchè, come ha ricordato lo stesso De Grandis, lo statuto del Consorzio prevede che il recesso debba essere comunicato entro il mese di giugno e abbia effetto dall’anno successivo. Quindi in ogni caso una decisione in questo senso sarebbe fiori tempo massimo, almeno per quanto riguarda il 2019.

«Per il futuro – ha chiosato De Grandis – deciderà il prossimo consiglio provinciale». Una considerazione sufficientemente “aperta” da risultare abbastanza ambigua e da lasciare spazio a interpretazioni e a preoccupazioni.

Oltre al comune di Trecate, già da diversi anni anche il comune di Galliate è uscito dal consorzio dell’Istituto, al momento della prima elezione dell’attuale sindaco Davide Ferrari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,