Europee Politica Taccuino elettorale

La Lega sfonda il 40% ma non a Novara, il Pd recupera e Fdi “sorpassa” Fi in città

Europee, voto novarese in linea con il Nord Ovest italiano che delinea il crollo dei Cinquestelle. Gli azzurri sotto la doppia cifra percentuale e il partito di Nastri e Chiarelli prende 21 voti in più nel capoluogo

La Lega vola ovunque, anche in Provincia di Novara (40,9%), ma nel capoluogo, pur con un risultato storico, non sfonda (35,6%). Il balzo rispetto al voto politico di un anno fa è comunque notevolissimo e dice di oltre un terzo di voto in più (+14,9% in Provincia e +12,0% in città). Il Pd, per contro, è stabilmente secondo partito (21,4%) con una punta in città (25,9%), consueta ma superiore al passato. Anche per i Democratici lo sguardo sul 4 marzo di  un anno fa mostra dati di recupero: +2,0% in Provincia e +4,3% nel capoluogo.

Male, ma a livelli da Italia Nord Ovest, i Cinquestelle in lontana terza posizione (11,3% in Provincia, 11,9 nel capoluogo) e con voto più che dimezzato rispetto alle Politiche 2018: (-12,8 in Provincia e -11,8 in città).

Seguono le due forze di centrodestra con Forza Italia ancora in calo e incapace di raggiungere la doppia cifra e con la sorpresa che in città Novara vede il “sorpasso” di Fratelli d’Italia (probabilmente per la presenza dell’unica candidata novarese, Marina Chiarelli) pur con una manciata di 21 voti e percentuali in prima approssimazione uguali (8,7%). Il rapporto si ristabilisce sul trend nazionale e regionale in Provincia, con Fi al 9,9% e FdI al 7,5%. In ogni caso, a livello provinciale, Fi perde un terzo di voti rispetto a un anno fa (-5,6%), mentre il partito di Nastri guadagna il +3,1% rispetto alle Politiche.

Il quadro che va sostanzialmente in parallelo tra Circoscrizione Nord Ovest, Regione e il nostro territorio si ristabilisce con +Europa al sesto posto attorno al 3% (2,7 in Provincia, 3,1 in città) seguiti da Europa Verde (2,0/2,2%) e La Sinistra (0,9/1,0%), quindi tutti gli altri sotto il punto percentuale.

Tra le città della Provincia lo sguardo va immediatamente a Galliate, dove si è votato anche per eleggere il nuovo sindaco. Sulla carta per Claudiano di Caprio non sembrerebbero esserci problemi di passaggio al primo turno, visto che i partito che lo appoggiano hanno attorno al 58% (42,6 la Lega, 9,3 Forza Italia e 6,1 FdI) mentre il Pd è al 21,5%. Tuttavia le numerose liste civiche in campo potrebbero aver sbilanciato questo quadro: lo si saprà nel primo pomeriggio visto che lo spoglio delle schede inizierà dopo quello delle Regionali che si avvia alle 14.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati