Politica

Il Pd “archivia” Genoni e Besozzi. Ecco la nuova segreteria

Età media 42 anni, parità assoluta di genere (5 donne e 5 uomini). De Stasio: «Pronti per le nuove sfide delle urne con un atteggiamento aperto e inclusivo»

Forte della conferma delle fiducia da parte della direzione provinciale, Sergio De Stasio, segretario provinciale del Pd, tira dritto e porta a termine il “rimpasto” della segreteria provinciale. Lo conferma una nota ufficiale del partito, diffusa nel pomeriggio di oggi, mercoledì 13 giugno.

La nuova composizione della segreteria sancisce l’uscita di scena della componente che fa riferimento a Giuseppe Genoni (la cui revoca dagli incarichi di responsabile dell’organizzazione e del tesseramento è stata all’origine della querelle) e al presidente della Provincia Matteo Besozzi. Di fatto dall’esecutivo sono usciti in quattro (oltre a Genoni, i due componenti che fanno riferimento a Besozzi, Roberto Conti e Marta Moalli, oltre a VIncenzo Alessio, dimissionario per motivi personali, e sono entrati altrettanti in sostituzione: Fabrizio Cerri, Virginia D’Angelo e Michela Poeta per la maggioranza renziana, e Sara Paladini, che al congresso aveva sostenuto MIchele Emiliano.

I nuovi si aggiungono ai confermati Milù Allegra, Hassan Pagano, Rossano Pirovano, Nathalie Pisano, Alessandro Travaini, Stefano Zanzola.

Dieci persone, con un età media di 42 anni, 5 le donne e 5 gli uomini.

E’ stata inoltre assegnata una delega esterna a Maria Carmela Longano che si occuperà di Pari opportunità e di far nascere la “Conferenza provinciale delle donne del PD”.

Cambia anche il tesoriere. Nominato Lorenzo Giachetti che prende il posto del dimissionario Aristide Prudenza.

«Sono molto soddisfatto delle scelte fatte e della nuova squadra – sostiene Sergio De Stasio – il gruppo è ben composto e mette insieme l’esperienza amministrativa e politica di alcuni membri con le idee energiche dei più giovani. Il contributo della rinnovata segreteria sarà immediato – aggiunge De Stasio – considerato che ci attendono le elezioni regionali e amministrative nel 2019, quest’ultime vedranno coinvolti 60 comuni della nostra provincia tra i quali Galliate, Oleggio, Cameri, Castelletto, ecc. Dovremo intensificare inoltre il lavoro e restituire alla politica locale il ruolo di contenitore di proposte concrete e realizzabili, in sintonia con le esigenze della cittadinanza, avere un atteggiamento aperto e inclusivo di ascolto e confronto, solo così – conclude De Stasio – saremo in grado di ridare centralità al Partito Democratico».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati