Politica

Gagliardi passa in maggioranza. “Io Novara”: «Ambizioni personali, noi non siamo un taxi»

In apertura del consiglio Tiziana Ongari è subentrata sui banchi della Lega a Mauro Franzinelli nominato nello staff del sindaco

Cambia la geografia dell’aula di Palazzo Cabrino. Questa mattina in apertura di seduta due novità hanno animato il consiglio comunale: in casa Lega l’annunciato nuovo ingresso di Tiziana Ongari, prima dei non eletti che ha sostituito Mauro Franzinelli, fresco di nomina nello staff del sindaco.

La nuova consigliera leghista Tiziana Ongari sui banchi di Palazzo Cabrino

Una surroga che ha portato con sé un piccolo “giallo”: per un probabile eccesso di zelo, Franzinelli è stato sostituito nel suo ruolo di presidente della Prima Commissione consiliare prima della formalizzazione delle dimissioni. Un errore, come ha sottolineato anche il segretario generale Giacomo Rossi, che andrà sanato ripetendo la nomina del nuovo presidente.

Più inatteso (ma non per i più attenti osservatori delle cose politiche locali) e soprattutto più “caldo” dal punto di vista politico, un cambio di casacca sempre sul fronte del centrodestra. Infatti Pietro Gagliardi, consigliere eletto nelle file del gruppo civico “Io Novara” ha annunciato il suo passaggio – o meglio il suo ritorno – nei ranghi di Forza Italia e di conseguenza nella maggioranza, che oggi conta così su numeri “bulgari”, essendo arrivata a quota 23 voti.

Un passaggio che viene letto in modo assolutamente opposto dal diretto interessato e dagli ex compagni di strada di “Io Novara”.

Per Gagliardi si tratta di un epilogo naturale: «mi riconosco da sempre nei principi e nei valori del partito di Forza Italia».

Ben diversa, e piuttosto stizzita, la reazione del gruppo che fa riferimento a Daniele Andretta.

«Preso atto – si legge in una nota diffusa questa mattina – dell’indisponibilità del consigliere comunale Pietro Gagliardi a corrispondere alle istanze del Movimento Civico Io Novara ed alle proposte deliberate dai suoi aderenti e simpatizzanti, si comunica che lo stesso non fa più parte del Movimento medesimo. Una decisione sofferta ma coerente con la linea che fin da subito gli aderenti a questa lista civica hanno voluto portare avanti. Appartenere ad un movimento civico come Io Novara significa in primo luogo accantonare ambizioni personali, non cedere a facili promesse di “posti”, lavorare per il bene comune portando avanti idee e proposte che si ritengono utili alla collettività».

«Nel corso di questi mesi – prosegue il comunicato – abbiamo purtroppo dovuto constatare che il consigliere il questione ha invece aspirato ad altri progetti, con l’obiettivo conseguente di depotenziare le istanze di Io Novara, a discapito delle promesse elettorali e delle proposte che hanno consentito a Gagliardi di essere eletto in consiglio comunale. Io Novara – conclude – non è mai nato per essere un taxi, e certamente è lontano da questi atteggiamenti che hanno caratterizzato i partiti tradizionali e che sono alla base della nascita di questo gruppo».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati