Politica Regionali

Forza Italia: «Vogliamo un assessore in giunta regionale»

Una richiesta ufficiale esternata oggi pomeriggio nel corso di una conferenza stampa. Secondo il commissario provinciale, Gaudenzio Ferrandi «ce lo siamo meritato, per il risultato ottenuto complessivamente dalla nostra lista, che ha avuto in Massimo Marcassa il candidato della coalizione più votato in assoluto»

Forza Italia: «Vogliamo un assessore in giunta regionale». È quanto richiesto ufficialmente al neo presidente del Piemonte Alberto Cirio e illustrato oggi pomeriggio dal commissario provinciale di Forza Italia, Gaudenzio Ferrandi, nel corso di una conferenza stampa convocata prima di tutto per analizzare, a una settimana dal responso delle urne, il voto ottenuto dagli “azzurri”.

Ferrandi, dopo essersi tolto qualche sassolino dalle scarpe in merito all’atteggiamento assunto da uno degli “alleati” nella coalizione di dentro destra (nella fattispecie Fratelli d’Italia e il suo leader locale, il senatore Gaetano Nastri) ha motivato questa richiesta sulla base di un accordo tratto alla vigilia della recente consultazione che prevedeva, appunto, nessun esponente novarese del partito di Silvio Berlusconi nel “listino” collegato al presidente in cambio di un posto nell’Esecutivo di Palazzo Lascaris. Una promessa, ha detto Ferrandi, «che ci auguriamo venga rispettata. Possiamo dire che ce lo siamo meritato, per il risultato ottenuto complessivamente dalla nostra lista, che ha avuto in Massimo Marcassa il candidato della coalizione più votato in assoluto».

L’ex sindaco di Oleggio (e, per poco, anche ex vicepresidente della Provincia) era presente all’incontro con i giornalisti insieme a uno degli altri candidati, Gerardo Murante (la terza in corsa, Annalisa Beccaria, era invece assente per motivi di lavoro). E mentre Marcassa è apparso soddisfatto del suo risultato, altrettanto non si è potuto di dire del presidente del Consiglio comunale del capoluogo, che senza troppi giri di parole ha ammesso «che si aspettava certamente di più dal punto di vista delle preferenze».

Marcassa, al quale dovrebbe spettare il “posto” tanto rivendicato, ha spiegato inoltre che questa operazione dovrebbe contribuire anche a rilanciare la visibilità del partito in vista dell’appuntamento con le amministrative di Novara del 2021. Una visibilità di Forza Italia che nel Novarese è stata forzatamente penalizzata dalla mancata partecipazione alle fasi finali della campagna elettorale da parte del suo parlamentare Diego Sozzani, alle prese con le note vicende giudiziarie. Ma anche dal fatto che da tempo «ci sentiamo un po’ trascurati dai vertici del partito nazionale. Gli “altri” fanno venire Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Noi nulla. Noi siamo leali, ma vogliamo pari dignità».

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati