Politica

Crippa (M5S): basta con il viavai di magistrati al Tribunale di Novara

Il deputato pentastellato ha depositato una interrogazione a proposito della difficile situazione in cui si trova l'amministrazione della giustizia nel secondo tribunale del Piemonte

Il deputato novarese Davide Crippa del MoVimento 5 stelle ha depositato nei giorni scorsi una interrogazione ai ministri della Giustizia, a quello della Semplificazione, della Pubblica amministrazione e dell’Interno, sulla situazione del tribunale di Novara.

Crippa fa riferimento ad alcuni casi piuttosto clamorosi in cui alcuni processi (come quello sul presunto voto di scambio in occasione delle elezioni comunali del 2011 a Novara) sarebbe stato azzerato a causa dei trasferimenti di tutti i magistrati che lo hanno seguito.

«Si tratta dell’ultimo caso in ordine di tempo – commenta Crippa -, testimonianza di una situazione di estrema precarietà dei giudici, un problema che attanaglia Novara».
Una situazione ingestibile anche secondo il Presidente dell’Ordine degli avvocati di Novara, Remigio Belcredi che in una lettera indirizzata a CSM, Ministero della Giustizia, Presidente e Procuratore generale della Corte d’Appello di Torino, ha specificato come non sia tollerabile che il terzo tribunale in Italia per efficienza nel civile possa essere ostaggio della precarietà dei giudici.
«Si tratta di un problema che sta attanagliando il tribunale di Novara – conclude Crippa -. La mia interrogazione chiede quali soluzioni si intendano mettere in campo al fine di ridurre ai minimi tollerabili la mobilità dei giudici presso il Tribunale di Novara. Una mobilità che causa inefficienza del tribunale e rende evidente la necessità di un suo potenziamento, per risolvere ed evitare situazioni come queste».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati