Amministrative Politica Taccuino elettorale

Corsa a tre per Castelletto Sopra Ticino

L'amministrazione guidata per due mandati da Matteo Besozzi è rappresentata da Massimo Stilo; Massimiliano Ferrario guida una lista del Carroccio mentre Marco Trinchera è a capo di una coalizione civica “anomala” dove sono confluiti elementi di Forza Italia e del Movimento 5 Stelle

E’ iniziato il conto alla rovescia. A mezzogiorno di oggi scadono i termini per la presentazione delle liste in corsa nella tornata amministrativa del 26 maggio. A Castelletto Ticino, dove i candidati alla poltrona di primo cittadino saranno con ogni probabilità tre, è stata depositata presso il locale Municipio la lista “Per Castelletto”, che candidata alla guida della località ticinese Massimo Stilo.

Si tratta di una formazione civica di centro sinistra che vuole rappresentare una continuità con l’Amministrazione uscente, che per due mandati si è identificata nella figura di Matteo Besozzi, ex presidente della Provincia e in passato anche segretario provinciale del Pd.

Besozzi, non più candidabile sindaco, guida comunque la lista della quale fanno parte, in ordine strettamente alfabetico, Mirko Baroni, Emanuele Bertani, Greta Brusorio, Lorenza Colombo, Simone Contarini, Vito Diluca, Stefano Ferraresi, Claudia Gnemmi, Devid guenzi, Davide Luisetti, Marta Moalli, Laura Paracchini, Andrea Piccolo e Alessandra Zarini. Un elenco che, è stato spiegato, comprende la Giunta uscente e gran parte dei componenti di maggioranza del Consiglio comunale in scadenza, al quale si sono aggiunte persone nuove che hanno avuto modo di condividere il programma amministrativo contenuto in un opuscolo di una ventina di pagine già reso noto. La lista “Per Castelletto” sarà presentata nella mattinata di sabato 4 maggio in Municipio.

Ricordiamo che con Massimo Stilo correranno il leghista Massimiliano Ferrario, primo candidato  a presentarsi sin dallo scorso marzo, che guiderà una lista del “Carroccio” abbinata alla civica “Noi per Castelletto” (una formula già sperimentata con successo in occasione dell’elezione ad Arona di Alberto Gusmeroli) e Marco Trinchera, anche in questo caso alla guida di una piccola coalizione civica “anomala” (“Castelletto che cambia”) dove sono confluiti elementi di Forza Italia come il consigliere provinciale Paolo Sibilia e del Movimento 5 Stelle, la cui “regista” dell’operazione sarebbe Lucia Veleva, moglie del ministro “pentastellato” dei Beni culturali Alberto Bonisoli, che proprio a Castelletto Ticino ha da tempo fissato la sua residenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,