Politica

Consiglio provinciale, De Grandis cita Bibbiano e scoppia la polemica

La discussione è partita da un'interrogazione dalla capogruppo della minoranza, Emanuela Allegra, avente come oggetto il pericolo di possibili infiltrazioni della malavita organizzata nel Novarese. Ma il consigliere di centro destra ha cambiato discorso infiammando l'aula

Pur se in gran parte caratterizzato dalla lunga e dettagliata illustrazione del nuovo statuto della Fondazione Castello da parte del segretario generale Giacomo Rossi, documento poi approvato all’unanimità nonostante le perplessità evidenziate dalla capogruppo della minoranza Emanuela Allegra, il consiglio provinciale di stamattina ha visto riacutizzarsi uno scontro politico fra i due schieramenti. Oggetto una interrogazione prima e una mozione poi presentata dalla stessa Allegra avente come oggetto il pericolo di possibili infiltrazioni della malavita organizzata nel Novarese e una “festa privata”, la “Festa del sole”, promossa da “Lealtà azione”, gruppo, come ha scritto la stessa esponente della minoranza, di chiara matrice neonazista.

Entrambi i documenti, ha detto ancora la proponente, non trattano argomenti «di stretta competenza dell’Ente di Palazzo Natta», ma il loro recepimento (in particolare il secondo) «voleva essere un segnale di attenzione da parte della Provincia». La maggioranza di centro-destra lo ha invece bocciato, con il consigliere Ivan De Grandis che ha rincarato la dose: «Perché il Pd non prende le distanze da quanto accaduto a Bibbiano, dal fatto che alcuni suoi esponenti sono saliti a bordo della Sea Watch, oppure che una certa sinistra ha partecipato agli attentati contro il cantiere della Tav?».

Miccia accesa e fortunatamente subito spenta anche grazie a un chiarimento intercorso fra l’ex presidente Matteo Besozzi e l’attuale vice Michela Leoni: «La Lega – ha affermato l’ex sindaca di Momo – prende le distanze da questi fatti».

Alla fine Allegra non ha nascosto la sua delusione: «Questa amministrazione ha perso l’occasione per dare un segnale importante».

Esaminati anche il documento di recepimento sulla situazione e le proposte dell’Upi sulla situazione delle province italiane (documento già presentato a inizio mese all’assemblea dei sindaci del territorio), la delibera riguardante gli equilibri di bilancio (approvata con il sì della maggioranza) e la presentazione dei nuovi componenti del Collegio dei revisori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,