Politica

Comune di Novara, prove di armistizio tra Cgil e Perugini

Firmato ieri mattina l'accordo sul contratto decentrato per i dipendenti dell'amministrazione comunale

Se non è la pace, almeno assomiglia ad un armistizio. Dopo un feroce scambio di velenosi comunicati stampa  ieri mattina i rappresentanti sindacali dei dipendenti comunali e l’assessore al personale Federico Perugini sono tornati a sedersi allo stesso tavolo. Argomento della riunione, la definizione dell’accordo sull’applicazione della contrattazione decentrata, in pratica la parte economica e normativa del contratto di lavoro che non dipende dagli accordi nazionali ma è affidata ad intese su scala locale.

Era uno dei fronti aperti nel clima non facile che in queste settimane caratterizza le relazioni sindacali a Palazzo Cabrino e dintorni.

In realtà la riunione è stata positiva e si è arrivati a una firma che consente di andare avanti.

«Prendiamo atto – commenta Guido Catoggio, segretario della FP Cgil –  che a questo risultato si è giunti anche grazie ad una assunzione di responsabilità, tra le parti, che ha portato a far prevalere gli interessi generali alle singole e diverse posizioni».

Una firma, comunque non unanime, vista la mancata adesione del CSA, il sindacato autonomo che negli anni più recenti ha ingrossato le proprie fila e che esprime una rappresentanza all’interno delle Rsu.

Ma la riunione di ieri, al di là della ragione occasionale, è stata davvero anche l’occasione per avviare un “disgelo” che solo due giorni fa sembrava impensabile.

«Prendiamo anche atto – scrive infatti la Cgil in una nota a commento dell’accordo raggiunto –  delle dichiarazioni del Direttore generale, prima, e dell’Assessore al Personale, poi, di voler superare le difficoltà comunicative che hanno portato ad un inasprimento delle relazioni sindacali, auspicando l’avvio di un confronto costruttivo per il prossimo anno».

Per il momento le azioni indette dalla Cgil sul tena della riorganizzazione della microstruttura. Ma se il buongiorno si vede dal mattino è ipotizzabile che anche su quel versante “caldo” possa essere trovata una intesa, che scongiuri il fantasma di uno sciopero. Che sarebbe il promo dopo almeno tre lustri di pax sindacale al Comune di Novara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,