Politica

Caso Vigili-Paganini, la Lega fa marcia indietro

Dopo le dichiarazioni fatte in commissione da alcuni consiglieri di maggioranza contro l'assessore alla sicurezza e l'operato della Polizia Locale, oggi il capogruppo in consiglio comunale, Matteo Marnati, si esprime a favore

«In merito alla commissione Sicurezza, svoltasi venerdì 25 gennaio, con forza voglio ribadire che la Lega ha sempre sostenuto, sostiene e sosterrà il Corpo di Polizia Locale cittadino, ritenendo che sia composto da ottime persone, che effettuano giornalmente il proprio lavoro con grande professionalità, mettendo in alcuni casi a rischio anche la propria incolumità».

A dichiararlo, attraverso un comunicato giunto in serata, è il capogruppo della Lega in consiglio comunale, Matteo Marnati. Una presa di posizione che arriva dopo le dichiarazioni fatte venerdì scorso in commissione dai consiglieri di maggioranza Strozzi, Colombi e Tredanari contro l’assessore alla sicurezza Mario Paganini e contro l’operato dei Vigili.

Sul caso si era espresso anche il capogruppo del Pd in consiglio comunale, Rossano Pirovano, il quale aveva parlato di sfiducia pubblica e insanabile rottura tra la maggiorana e l’assessore.

Oggi, invece, la Lega sembra fare marcia indietro difendendo Paganini, la Polizia Locale e attaccando il Pd: «Per quanto mi riguarda – prosegue Marnati – la visibilità mediatica, che ha ricevuto il nostro Corpo di Polizia Locale, sui giornali non ha ricevuto il giusto onore che merita, rispetto agli importanti interventi portati a termine, come ad esempio il contrasto all’abusivismo nelle case popolari e alla tutela della sicurezza cittadina attraverso l’allontanamento di personaggi pericolosi. L’intento di questa amministrazione, fin da subito, è sempre stato quello di migliorare e valorizzare la polizia locale, trovando nuove risorse ed efficientando gli strumenti e le tecnologie da mettergli a disposizione. Una delle nostre caratteristiche è quella di rimanere sempre in contatto con i cittadini, per prendere spunto dalle critiche costruttive che risultano sempre ben accette e che devono servire a migliorare sempre più la qualità del servizio. La figura dell’assessore Paganini non è minimamente messa in discussione e rigettiamo decisamente la richiesta di sfiducia, lanciata dal Partito Democratico, il quale non ha l’autorevolezza di parlare del tema della sicurezza, sopratutto dopo la gestione dell’ex sindaco Ballarè».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati