Politica

I “bravi ragazzi” della Lega e il Salvini… tra parentesi

Presentazione di rito in stile moderato per i candidati del Carroccio, Alberto Gusmeroli e Marzio Liuni. Canelli:«Avremo due parlamentari»

Salvini incombe con il suo faccione e gli slogan “scorretti” di sempre. Ma loro, i “bravi ragazzi” della Lega targata Novara e dintorni, se ne guardano bene da farne anche solo un cenno, a quegli slogan. Niente negri da cacciare, niente ruspe, niente felpe. Qui vige un altro “dress code”.

È la lega moderata e “per bene”, che il suo campione del segretario “nazionale” (regionale) Riccardo Molinari, e il suo rappresentante di punta nelle istituzioni nel sindaco di Novara Alessandro Canelli.

E a questo clichè risponde perfettamente la scelta dei candidati per le elezioni politiche. In primis Alberto Gusmeroli, che punta ad aggiudicarsi il collegio uninominale per la Camera. Professionista stimato, profilo moderato, sindaco trasversalmente amato dai suoi concittadini di Arona, «uno – per dirla con Canelli – che si alza presto alla mattina, sa trasmettere entusiasmo e creare empatia con la gente». E poi Marzio Liuni, l’amico di sempre di Canelli, il presidente della Sun in carica. Un po’ più ruspante e “campagnolo”, ma sempre cordiale e sorridente.

«Li abbiamo scelti – spiega Molinari (che è capolista nel listino proporzionale della Camera, ma punta all’elezione nell’uninominale ad Alessandria) – anzitutto perchè sono amministratori locali e rappresentano bene il rinnovamento che nella Lega stiamo portando avanti in Piemonte. Un rinnovamento che paga, visto che in questi due anni e mezzo abbiamo vinto tutte le elezioni importanti che si sono succedute».

I due candidati elencano le loro priorità, su tutte la capacità di rappresentare il territorio, «sia Novara che il Vco – chiosa Gusmeroli – anche perchè Arona è al centro di questo territorio». E poi, per Liuni, gli interessi dell’agricoltura e della caccia.

Da domani, campagna elettorale pancia a terra, insieme «come una coppia di fatto» ironizzano i due futuri parlamentari.

Foto di rito. Salvini guarda dai manifesti. A spararle grosse ( e a portare i voti ) ci pensa lui…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Consigliati