Opinioni

Con dignità continuerò a costruire bellezza

Il saluto di Ettore Colli Vignarelli che lascia la direzione del giornale

Ho passato molte sere, e molti giorni, e molte notti a far correre le dita sulla tastiera del pc. Con il caldo afoso dell’estate polverosa o nel freddo pungente dell’inverno. Ho scritto migliaia di righe, consumando gli occhi e le ore. Questo è il mio mestiere. Qualcosa di difficilmente decifrabile per chi non lo ha mai vissuto.

Lo faccio da trent’anni abbondanti, in tanti luoghi e in molte forme.

Ma mai come in questi ultimi 15 mesi di esperienza alla guida de La Voce di Novara questo lavoro è stato carne e sangue.

Perchè, come ho avuto modo di scrivere nell’editoriale pubblicato il 23 ottobre scorso nel primo anniversario della nascita di questo giornale, La Voce è per me molto più di uno dei tanti impegni lavorativi  che ho attraversato in questi anni. Perchè l’idea di questo giornale mi accompagna da tempo. L’ho sognato, pensato, progettato. L’ho voluto e sono riuscito a realizzarlo con tanta fatica e grazie alla fiducia di chi ha deciso di investire il proprio denaro.

In poco più di un anno, con l’impegno della redazione e dei collaboratori, ho visto realizzarsi un piccolo miracolo: quell’idea che era rimasta a lungo in qualche cartella sul desktop del mio computer si era trasformata in una cosa viva.

In questo tempo La Voce è cresciuta ed ha realizzato risultati su cui pochi avrebbero scommesso: sono migliaia ogni giorno (Fino a 14.000) i lettori che la scelgono per informarsi, per discutere e confrontarsi, magari per dissentire.  Abbiamo guadagnato il rispetto e la stima di molti. E, lo posso dire  sapendo di non esagerare, siamo stati capaci di essere autorevoli.

Questo percorso, lo dico non senza rammarico, finisce qui.

L’editore ha legittimamente deciso di mutare obiettivi e modalità di conseguimento degli stessi. Per questo le nostre strade si separano.

Lascio questo giornale che ho amato come un figlio andando fiero dei risultati che ho ottenuto e che restano in eredità a chi mi succederà.

Esco dalla porta principale, a testa alta, con onestà,  orgoglio e fierezza, forte della dignità che mi sono guadagnato con l’impegno di una vita e che nessuno mai potrà portarmi via.

Ho qualche ringraziamento da pronunciare.

A chi ha lavorato con me, e soprattutto in modo specialissimo ai tanti amici collaboratori che a titolo di puro volontariato, condividendo il progetto del giornale e riponendo su di me la loro fiducia, hanno lavorato con passione e preziosa professionalità per tutti questi mesi.

A tutti coloro, ed in particolare ai più lontani da me dal punto di vista delle convinzioni culturali e politiche, che non hanno mai mancato di riconoscere la qualità del mio lavoro.

Ai lettori che sono il bene più prezioso di questo e ogni giornale.

Devo dire grazie infine alla mia famiglia che ha sopportato le mie assenze e ha condiviso le mie fatiche, che ha sognato con me e mi ha accompagnato con entusiasmo in questa avventura.

Ho scelto come immagine di copertina di questo mio ultimo articolo una foto che mia moglie mi ha scattato un paio di mesi fa a Firenze sulle rive dell’Arno.

Lì tutto intorno si stende una grandissima bellezza.

«La bellezza salverà il mondo», afferma il principe Myskin nell’Idiota di Dostoevskij.

La bellezza è l’anello fra la terra e il cielo, e bisogna essere capaci di cercarla e scoprirla specie in tempi grigi o bui, come questi.

Cari amici, di una cosa potete stare certi: non smetterò di cercare, costruire e raccontare tutta la bellezza che posso.

Ci si vede presto, da qualche parte. E questa è una promessa.

 

 

 

  1. Avatar
    Mastrolilli Gianfranco

    Spiace io non so perché le cose belle che uno fa devono essere poi prese da altri a proprio uso e consumo

  2. Avatar
    Marco Pagani

    Grazie Ettore per il grande lavoro svolto con la voce di Novara; hai dimostrato che in questa citta’ e’ possibile un’ informazione diversa. Hai tutta la kia solidarieta’!

  3. Avatar
    Antonella De Micheli

    Grazie di essere mio marito, di essere al mio fianco da tantissimi anni. Ti accompagnerò, ti appoggeró insieme ai nostri figli sempre, insieme siamo una forza! ❤️ Fai bene il tuo lavoro, libero senza condizionamenti, sempre con rispetto. Anch’io leggevo alcune notizie giornalmente perché mi piaceva il taglio del giornale non solo perché lo dirigevi tu… per quel che vale, io e molti altri, non lo seguiremo più.

  4. Avatar
    Massimo Vecchio

    A rileggerti presto Ettore!
    Grazie di tutto.
    Massimo

  5. Avatar
    Antonio Maio

    Grazie e sincera solidarietà anche da parte mia, Ettore. Hai condotto una bella avventura ad essere voce singolare e autorevole. Spiace davvero questa conclusione inattesa e a me non comprensibile.

  6. Avatar
    Mario Grella

    Caro Ettore, mi stupisco ancora che tu abbia richiesto la mia collaborazione. All’inizio sono stato un po’ scettico; trasportare un blog in un giornale on-line, non è un’operazione facilissima principalmente per una questione: il blogger considera il suo blog casa sua, scrive quello che gli pare, su ciò che gli pare. Il giornale invece ha una linea editoriale, dei vincoli, qualche volta, delle direttive. Ebbene in questo anno passato con te ho inviato centinaia di pezzi e mai una volta, nemmeno una, ho avuto il dubbio che uno di questi potesse non essere gradito al giornale. Un esercizio di grande libertà e di questo ti ringrazio, A presto!

  7. Avatar
    Giorgio Albertinale

    Auguri Ettore e buon futuro professionale

  8. Avatar
    Armando Rivier

    Ciao Ettore, mi space che lasci. Hai fatto un ottimo lavoro. Immagino che ci saranno novità politiche ….è la solita storia. Curioso di capire. Una mezza idea me la sono già fatta. A presto rileggerti altrove. Armando

  9. Avatar
    elisabetta cantele

    Grazie anche da qui. Rispetto le scelte, a maggior ragione quando non ne conosco i retroscena, ma è un vero peccato. Un vero peccato.

  10. Avatar
    Samantha Spaggiari

    A presto, allora, con tutta la bellezza che puoi!

  11. Avatar
    Alberto Vaccaneo

    Ciao, Ettore. Sono stato a Novara poco tempo, ma ho amato la vostra città che grazie a te, alla tua famiglia e a tanti altri ho potuto sentire anche un po’ mia. La tua penna e la tua voce mi hanno fatto sentire Novara e l’Italia vicina anche durante la mia permanenza all’estero. Ti ringrazio, quindi, anzitutto; poi mi dico dispiaciuto del tuo congedo pur apprezzando la coerenza che la motiva, ma soprattutto ti auguro di portare ancora bellezza e verità ovunque opererai. Fr. Alberto Vaccaneo

  12. Avatar
    Claudia Sozzani

    Avanti tutta! Caro Ettore e a presto a rileggerti ancora
    Titti

  13. Avatar
    Gianfranco Mastrolilli

    Ieri è stato tolto un commento personale e di parte certo ma che non insultava nessuno. Questo è il nuovo corso? Iniziamo bene…
    Ci risulta incomprensibile davvero questa decisione presa,sicuramente con dolore dal Direttore Colli Vignarelli di lasciare, sicuramente indotto a farlo.
    Per i lettori che vi rimarranno se ne avrete ancora sarebbe bene un po’ di chiarezza.
    E vedete di eliminare anche questo commento…. Così vi presenterete per quello che siete davvero

  14. Avatar
    donatella aralda

    Grazie per essere stato una voce libera, seria e appassionata. C’è bisogno più che mai di un giornalismo con queste caratteristiche. Buon lavoro futuro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,