Boom collective

In attesa del prossimo concerto di “Novara Jazz Winter, mi piace segnalare l’uscita di questo interessante lavoro pubblicato dalla “Auand Records”. Si sa che ci sono cose che in Puglia sanno fare e sanno fare bene. Tra queste cose le orecchiette, l’olio e il jazz e non necessariamente in questo ordine. Il “Boom Collective” è il nuovo album, dell’omonimo gruppo, edito dalla etichetta ”Auand Records”e ruotante attorno al sax di Gaetano Pratipilo. Sgombriamo subito il campo da un equivoco e anche da un fastidio molto personale. Ma cosa diavolo è il “sound pugliese”?In cosa differisce dal quello umbro o veneto? Il jazz del “Boom Collective” è un gran bel jazz, sicuro, senza incertezze, che ti sazia come pochi altri, con una complessità sonora che non lascia spazi all’indefinito, ma che riempie ogni interstizio e che ci lascia con un senso di compiutezza delle cose fatte bene. Pulito, sofisticato, senza lacerazioni, una musica che è come dovrebbe essere il mondo. Per allestire questo sognante “prodotto”, fatto da un sound certamente eterogeneo, ma ben amalgamato, ci si è messo di “buzzo buono” Gaetano Pratipilo, ma non si sono fatti pregare nemmeno gli altri musicisti, a cominciare da due pianisti d’eccezione come Mirko Signorile, più volte ascoltato a Novara Jazz Festival e con il quale, “Puglia Sounds” ha una stretta e proficua collaborazione,  e l’altro piano più grintoso di Seby Burgio. Due anche le voci, e che voci! Carolina Bubbico, pianista e cantante dalle sonorità vagamente soul-pop e Angela Esmeralda con i suoi toni più macerati dalla frequentazione della scena blues. Basta sentirle cantare queste due meraviglie e tutte queste parole risulteranno assolutamente superflue. “Boom Collective” è caratterizzato da una una presenza quasi preponderante dei fiati: Mike Rubini al sax baritono, Andrea Sabatino alla tromba e Vito Scavo al trombone, Francesco Lomangino al flauto e sax tenore.  Completano la formazione Fabrizio Savino alla chitarra, Giuseppe Bassi al contrabbasso, Luca Alemanno al basso, Dario Congedo alla batteria e Pierpaolo Bisogno alle percussioni. Partecipazione straordinaria Di Pasquale Bardaro al vibrafono e Leo Gadaleta agli archi. “Puglia Sounds” e “Auand Records” hanno colpito nel segno, acquisto da mettere magari anche sotto l’albero di Natale.

Consigliati