Meteo

Una calda, normalissima estate ci ha lasciato

Dal 1 settembre è iniziato l'autunno meteorologico. Tracciamo un bilancio della stagione attraverso l'analisi dei dati delle temperature e delle precipitazioni

Il 1 settembre è ufficialmente terminata l’ estate meteorologica ed è iniziato l’autunno.

Come avvenuto per le 2 precedenti stagioni cercheremo di fornire ai lettori della Voce un quadro sull’andamento climatico del periodo appena concluso.

Iniziamo a dire che non è stata un’ estate prettamente stabile per i nostri territori, infatti specialmente nella prima parte di stagione si sono verificati frequenti temporali. Nonostante questo, generalmente le temperature si sono mantenute su valori tendenzialmente elevati. Sia il mese di giugno che luglio e agosto hanno presentato anomalie positive, rispetto la media ventennale 1990-2010, comprese tra 1 e 2 gradi.

Confrontando le ultime 10 estati della città di Novara quella appena conclusa si piazza al terzo posto come anomalia termica positiva preceduta soltanto dalla micidiale estate del 2015 e quella del 2017.

La differenza sostanziale con le due stagioni record di caldo sopra citate riguarda le precipitazioni. Da giugno ad agosto di quest’anno son caduti in città circa 200 mm di acqua contro i soli 100 mm precipitati al suolo nello stesso periodo del 2017. Una differenza che ha permesso di spezzare le grandi calure ed il disagio da afa.

In conclusione possiamo definire la stagione terminata una calda estate di normalità climatica. Infatti anomalie comprese sino ai 2 gradi centigradi sono da considerarsi fluttuazioni climatiche del tutto normali e che non destano alcuna preoccupazione o particolare disagio nella popolazione.

Il mese di settembre è iniziato con temperature sotto-media; vedremo come proseguirà la stagione autunnale. In generale le carte dei principali modelli probabilistici definiscono la stagione entrante come un periodo piuttosto regolare senza grosse anomalie termiche sul nord-ovest italiano. Staremo a vedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati