Meteo

Freddo fino a domenica. Ma la Befana porta una sorpresa….

Il 6 gennaio è previsto un afflusso di venti caldi di caduta che farà schizzare le temperature massime intorno ai 14 gradi. In arrivo anche le nebbie. E dal 9 gennaio colonnina di mercurio di nuovo in picchiata

Torna dopo la pausa per le feste di fine anno il Meteo della Voce di Novara con importanti aggiornamenti.

Ci eravamo lasciati il 21 dicembre con una previsione a lungo termine che arrivava sino alla Befana. Tale proiezione a posteriori, nonostante i tanti giorni di anticipo, è risultata piuttosto azzeccata. In quell’aggiornamento parlavamo di una possibile sorpresa per l’Epifania ed eccoci qui a raccontarvela.

Partiamo dalla situazione attuale: L’Italia si trova, in queste ore, in una zona di confluenza tra le fredde correnti artiche, in discesa dalla Russia, e le miti anticicloniche correnti atlantiche.

Come è possibile osservare nella mappa qui a sinistra, il Piemonte rimane marginalmente esposto all’aria fredda che, questa volta, ha colpito con decisione il centro sud, specialmente il versante adriatico ove è nevicato sino sulle coste. I nostri territori hanno sperimentato l’ingresso di aria fredda nei giorni scorsi, la quale sta facendo sentire i suoi effetti soprattutto nelle ore notturne con minime che hanno toccato i -7 gradi in provincia e i -5 nel capoluogo. Tuttavia il tempo è rimasto, e rimarrà, soleggiato grazie alla protezione che ci viene garantita dalla spalla anticiclonica oceanica. (mappa dell’Europa: colori gialli aria calda anticiclonica/ colori azzurri aria fredda artica – puntino nero Novara)

La situazione è destinata a complicarsi.

Nei prossimi 5 giorni non si prevedono grandi stravolgimenti, con tempo stabile e freddo nelle ore notturne. Nella giornata di domenica tornerà il vento, che sarà inizialmente di ricaduta (il cosiddetto favonio) per questo seccherà l’aria e farà schizzare i termometri verso l’alto come accaduto in più occasioni nelle ultime settimane. Possibile lo sviluppo di nebbie da martedì.

Dal 9 di Gennaio la zona anticiclonica dovrebbe spostarsi più ad ovest permettendo così al freddo di raggiungere in maniera più diretta anche i territori di nord-ovest.

Dobbiamo quindi aspettarci, da oggi a San Gaudenzio, diverse incursioni fredde che potrebbero portare anche a nevicate intorno alla metà del mese. Seguite i nostri aggiornamenti che torneranno con regolarità il martedì ed il venerdì.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,