Meteo

Focus Neve: tutti i dettagli della nevicata prevista a Novara

Al momento, nonostante manchino circa 12 ore all’inizio dell’evento, i modelli di previsione sono molto discordanti

Molti novaresi si stanno chiedendo se domani nevicherà oppure sarà un falso allarme. Il meteo della Voce di Novara cercherà di darvi tutti i dettagli di una previsione complessa.

La neve negli ultimi 5 anni ha beffato molte volte il nostro territorio talvolta finendo più a sud altre più a nord e altre ancora presentandosi come pioggia. Sarà la volta buona? Ni.

Al momento, nonostante manchino circa 12 ore all’inizio dell’evento, i modelli di previsione sono molto discordanti. Il modello Europeo, generalmente il più affidabile, segnala sul capoluogo Gaudenziano una nevicata da 10/20 cm. Il suo rivale americano invece nega la neve alla pianura relegandola sopra i 300/400 metri. Chi avrà ragione?

La situazione è complessa. Non bisogna nascondere che le temperature saranno tendenzialmente al limite tra neve/pioggia. Basterebbe un grado in più o in meno per cambiare tutto. Per garantire la neve tutta la colonna d’aria, sopra le nostre teste, deve tenere una temperatura al di sotto dello zero o prossima a tale valore. È sufficiente che uno strato della colonna d’aria passi a valori positivi per far cadere pioggia.

Proviamo a fare chiarezza.

Vi riportiamo un esempio di come potrebbe presentarsi la colonna d’aria sopra Novara domani.

PRIMA FASE (notte): Tra la mezzanotte e le 7 di mattina dovrebbero presentarsi le condizioni ideali per l’arrivo della neve, tuttavia le precipitazioni dovrebbero essere non particolarmente intense quindi gli accumuli non saranno ingenti e compresi  tra 0 cm e  5 cm.

SECONDA FASE (mattino): tra le 7  e le 15 di domani dovrebbe passarci sopra il nucleo più intenso della perturbazione ma le temperature tenderanno ad aumentare, specialmente al suolo, portandosi su valori prossimi ad un grado. Dovrebbero pertanto resistere le condizioni per vedere neve sino in pianura. Tuttavia si tratterà di neve molto bagnata dato che al suolo troverà temperature tendenzialmente positive. In questo lasso temporale si prevedono circa 15 cm di neve caduta che però non si accumuleranno con facilità per via delle temperature al suolo sopra lo zero. Se l’intensità precipitativa risultasse particolarmente violenta allora, per via del rovesciamento di aria fredda al suolo dalle quote superiori, si potrebbero raggiungere anche al suolo temperature prossime allo zero e in tal caso l’accumulo potrebbe essere importante. In conclusione in questa fase potrebbero accumularsi al suolo tra i 2 e i 10 cm di neve.

TERZA FASE (pomeriggio): tra le 15 e le 21 ecco passare la coda del sistema perturbato. L’irraggiamento solare diurno e il rientro di aria più mite da est dovrebbero rompere il “cuscinetto freddo” sopra le nostra teste facendo andare su valori positivi le temperature in quota. Tradotto la neve precipitando attraverserà uno strato che la scioglierà e cadrà al suolo sotto forma di pioggia. Unica possibilità perché ciò non accada è che le precipitazioni rimangano talmente intense da mantenere la colonna d’aria in stato omo-termico intorno agli zero gradi. In questa fase dovrebbero accumularsi al suolo tra 0 e 4 cm di neve.

In conclusione con temperature così al limite diventa davvero difficile dare certezze, ciò spiega la grande indecisione modellistica.

Quindi domani nevicherà su Novara? La risposta è sì almeno in una prima fase.

Riuscirà rimanere al suolo? Probabilmente, ma con fatica.

In che quantità? Viste tutte le premesse sopra indicate quella che facciamo è più un azzardo che una previsione ma una decina di centimetri non sono da escludere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati