Meteo

Fine settimana perturbato. E poi la neve

Per l'inizio di febbraio sembrerebbero esserci i presupposti per un forte attacco perturbato con neve abbondante inizialmente sino al piano

Eccoci con il consueto aggiornamento del meteo della “Voce di Novara” pronti a fare il punto della situazione metereologica legata ai nostri territori.

Nei giorni addietro abbiamo fatto i conti con una potente bassa pressione che ha scaricato la maggior parte dei sui fenomeni in mare. Il Piemonte si è trovato ai margini di questa figura perturbata tuttavia non sono mancati i disagi dovuti a nevicate ed intense gelate.

La città di Novara ha visto la caduta di neve nella serata di mercoledì con accumuli intorno ad un centimetro. L’alto novarese invece non ha presentato nessun accumulo nevoso. Infine procedendo verso sud l’accumulo al suolo è stato via via più consistente sino ad arrivare ai 15/20 cm della pianura alessandrina. Dal satellite è possibile osservare la pianura padana occidentale innevata.

Nella notte appena trascorsa si sono toccate temperature minime ragguardevoli che nel capoluogo Gaudenziano hanno toccato i -7 gradi. Nelle zone maggiormente innevate queste sono scese addirittura a -12 gradi in pianura specie nel Monferrato.

Nella giornata di oggi ci aspetta un notevole rialzo termico imputabile a venti di favonio in discesa dalle Alpi che renderanno l’aria secca e calda.

Ma chi pensava di poter mettere via scarponi da neve è meglio che attenda.

 

 

Il nord-ovest sarà oggetto di diversi attacchi perturbati. Il primo avverrà domenica ma sarà molto rapido con precipitazioni deboli e che potrebbero assumere carattere in prevalenza piovoso. Un secondo dovrebbe avvenire nella giornata di mercoledì 30. In questo caso bisognerà valutare l’entità del peggioramento e le termiche previste in quota. Al momento si prevede neve sino in pianura ma approfondiremo il tutto nell’aggiornamento del martedì.

Ed infine, ad inizio febbraio, sembrerebbero esserci i presupposti per un forte attacco perturbato con neve abbondante inizialmente sino al piano.

Ci torneremo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati