Meteo

Dopo la canicola c’è aria di crisi estiva

Il mostro africano, sui nostri territori verrà attaccato dalle correnti occidentali che porteranno ad un calo vistoso delle temperature e a temporali diffusi nel fine settimana

Eccoci arrivati al giorno più opprimente della settimana. Il caldo si sta facendo sentire, pur senza valori record, in tutta la città.

Da due giorni la colonnina di mercurio ha toccato i 34 gradi e oggi potrebbe spingersi sino ai 35. La notte fatica a portare il classico refrigerio, difatti le temperature si mantengono sopra i 27 gradi sino la mezzanotte per poi scendere intorno ai 24 alle prime luci dell’alba.

Questo caldo anomalo ha le ore contate in quanto le manie d’espansione dell’anticiclone africano presteranno il fianco all’inserimento di aria fresca atlantica. Nelle prossime ore l’aria calda andrà alla conquista della Penisola Scandinava portando temperature oltre i 30 gradi anche sulla “nordica” Svezia. Altresì, il mostro africano, sui nostri territori verrà attaccato dalle correnti occidentali che porteranno ad un calo vistoso delle temperature e a temporali diffusi nel fine settimana.

 

 

Le piogge più intense, accompagnate da locali grandinate si avranno tra il pomeriggio di sabato e la mattinata di domenica. Da lunedì le temperature torneranno ad aumentare anche se in linea con la media del periodo senza particolari eccessi.

I modelli di previsione stanno cominciando ad inquadrare l’ingresso d’aria fresca atlantica, prevista per questo fine settimana, come un possibile cavallo di troia che permetterà la formazione di un canale fresco e perturbato che potrebbe aprirsi sul nord Italia intorno al 5 di agosto. Se ciò avvenisse si tratterebbe di una vera e propria crisi estiva anticipata. Sul tema ci torneremo nei prossimi aggiornamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,