Incontri Sport

Valentina Consolandi, una nuova vita nel segno del ‘wellness’

La 30enne novarese, dopo un gravissimo incidente stradale e una lunga riabilitazione in palestra, ha iniziato quasi per gioco le gare di bodybuilding. Ora punta decisa al titolo italiano della sua categoria

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Una vita normale come ogni ragazza della sua età. Un lavoro stabile, affetti famigliari vicini, nulla di particolarmente negativo da affrontare, fatti salvi gli inconvenienti offerti dal quotidiano che interessano più o meno ognuno di noi.

Poi, nel 2015, lo sgradito regalo in seguito a un brutto incidente stradale. Con una diagnosi impietosa: fratture varie con interessamento alla colonna vertebrale e morale a pezzi in vista di un futuro che più nero non si può. La lunga riabilitazione poi, quasi per magia, l’incontro con la palestra che giornalmente la ospita per rimettersi in sesto quanto più possibile.

Per Valentina Consolandi, 30enne novarese, inizia qui una sorta di seconda vita. “L’ho vista veramente brutta – spiega – dopo quell’incidente stradale. Avevo il corpo e il morale a pezzi. In palestra sono rinata scoprendo la passione per uno sport che mi ha cambiato la vita”. Il fitness, o meglio le gare di Bodybuilding, sono diventate fin da subito un chiodo fisso. “Ho iniziato un anno fa con il fitness, con l’intento principale di andare a rinforzare la muscolatura. Da qui è nata una vera e propria passione e il passo per farla diventare il mio sport preferito è stato brevissimo”. Il fisico risponde bene, la mente si libera dai brutti ricordi e si ricomincia. “Mi sono iscritta alla prima competizione in categoria ‘Wellness’ quasi per gioco, il resto è venuto da solo. Ora mi alleno ogni giorno per migliorarmi, posso considerarmi un’atleta a tutti gli effetti”. Gli ultimi piazzamenti ottenuti lo scorso anno, del resto, parlano tutti a suo favore: 6a classificata ‘Ifbb GP Ercole Farnese’ a Torino, 3° posto ‘Ifbb Nord Italia’ a Bussolengo e ancora il 4° posto Ifbb ai campionati assoluti italiani Fit Italy disputati a Roma dove, tra l’altro, ha pure ottenuto la qualificazione per l’Arnold Classic Europe in Spagna salendo sul palco a fine settembre.

 

 

Una bella rivincita dopo tanti sacrifici. “Tantissimi ma tutti parimenti necessari. Da tempo ho dimenticato feste comandate, di compleanno e anche solo uscite nel week end. Questo sport forma il carattere e l’autocontrollo, ti insegna a rispettare ferree regole e precisa disciplina. Ma non è un obbligo ben preciso, lo faccio perché ci credo e mi fa stare bene”. La sua carriera, come anticipato iniziata poco dopo il terribile incidente, inizia con vari preparatori e successivamente “a fianco del grande Gianni Niro e insieme alla posing coach Giada Simari ex campionessa Ifbb Pro. Il loro contributo di carisma ed esperienza mi è utile fin da subito seguita in ogni allenamento presso la palestra ‘Niro’s Gym’ di Novara”. Le sue gare, un passo alla volta sempre più importanti. “Gareggio dapprima in Ifbb Fit Italy del Presidente Benedetto Mondello e del suo vice Giovanni Fabio Francese – aggiunge Valentina – la federazione con la quale divento ben presto anche atleta della Nazionale italiana”. E cominciano ad arrivare le prime meritate soddisfazioni. “Una su tutte quella di poter salire sul prestigiosissimo palco dell’Arnold Classic Barcellona per confrontarmi con tantissime atlete di altissimo livello. E’ stata un’emozione davvero unica e non finirò mai di ringraziare la mia federazione e i suoi vertici, i miei coach per avermi dato questa opportunità. Insieme a tutto il Team Italia abbiamo fatto del nostro meglio per portare alto il nome della nostra nazione”. Con una particolare soddisfazione tutta personale. “La mia vittoria personale è stata di riuscire a portare su quel palco la migliore forma avuta fin’ora. E da qui non posso che migliorare ancora grazie anche al sostegno di tutte le persone che mi hanno aiutata incoraggiandomi a non mollare”. Tra poco il via alla nuova stagione. “Sì – conclude Valentina – tra qualche giorno inizio a costruire un nuovo percorso in vista della stagione agonistica 2019. Quest’anno prenderò parte a una gara internazionale tra quelle in programma nella mia categoria ‘Wellness’, il mio cammino sportivo è ancora tutto da scrivere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,