Idee

Una messa dal sapore diverso

Grimaud, 7 luglio. Ricordo di aver partecipato alla Santa Messa nella Cattedrale di St. Patrick a New York e di averla percepita come qualcosa di diverso, rispetto a quella cui partecipo alla domenica nella mia città, come fosse qualcosa di non perfettamente in sintonia con il luogo, ma proprio per questo di aver assaporato meglio quella che Enzo Bianchi chiama ‘la differenza cristiana’.

Mi capita, in misura molto minore a Londra, non mi capita a Notre Dame, dove non percepisco il messaggio cristiano come un corpo estraneo alla città, eppure siamo a Parigi, la città di una delle più importanti rivoluzioni della storia.

Invece mi succede sempre a Port Grimaud, nella austera e bellissima Chiesa dedicata a San Francesco e progettata da François Spoerry. Cosa vuol dire predicare la Parola in un luogo ove si va solo per il proprio piacere, dove non ci sono abitanti, ma solo villeggianti, in una parrocchia costituita quasi esclusivamente da persone abbienti che abitano altrove per tutto l’anno. Cosa vuol dire parlare di Spirito Santo ai fedeli che entrano in chiesa direttamente dagli yacht ormeggiati sul sagrato?

Se i preti missionari in Africa o nelle periferie degradate delle nostre metropoli, possono essere definiti, sacerdoti di frontiera, a mio modo di vedere anche Padre Yves Menjot lo è. Lo è in maniera diversa e per circostanze molto differenti, ma lo è. Parlare di spirito qui, dove tutto o quasi tutto è fisico, materiale, tangibile, è una missione ardua.

Anche predicare di povertà, dove a pochi chilometri, nel porto di Saint-Tropez, ci sono persone che scendono da uno yacht per salire su una Rolls Royce, è una missione ardua. Eppure, la potenza della Parola vince sempre, anche le battaglie più impegnative  e le lotte più dure.  Non è impresa facile, ma anche per un cammello passare per la cruna di un ago non era semplicissimo, eppure…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,