Idee

S.Rosario

Alla fine per molta gente il S. Rosario è quella cosa che tira fuori Salvini per giurare su impegno politici con cui allontanare i suoi avversari, con cui testimonierebbe, secondo lui, la propria Fede cattolica.

Non è questo l’uso del S.Rosario: la Corona del S. Rosario viene, per esempio, messa in mano ai defunti quando vengono composti nella bara con cui verranno sepolti, sempre per i defunti viene pregato il S. Rosario prima dei funerali religiosi ed è l’occasione in cui la maggioranza degli italiani lo recitano poiché non lo pregano in altre occasioni.

 

 

 

La corona del S.Rosario viene quindi legata ad uno dei momenti, forse il momento più sacro, misterioso, difficile, personale, quello della morte dei propri cari, che anticipa la propria.

Un momento grave, doloroso, assolutamente diverso dalla bolgia, il clamore, la concitazione e le passioni di un comizio politico.

Già solo questo ci fa rilevare quanto sia inappropriato l’uso che Salvini fa nel contesto dei suoi comizi della corona del S. Rosario.

Il S. Rosario è poi pregato, recitato da tantissimi anziani, malati, nella solitudine e nel dolore delle loro stanze e così da Monaci e religiose nel silenzio dei loro conventi. Anche qui un contesto assolutamente diverso dal comizio.

Il S. Rosario è una preghiera, quindi solo una preghiera, poi molti lo attaccano in automobile ma non può essere inteso come un talismano, un portafortuna, perché cadremmo nella superstizione e allora sarebbe meglio un cornetto rosso, e non ci esonera dal guidare con prudenza, attenzione e rispetto delle regole del Codice della Strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,