Idee

Roots Magic, ovvero la musica con le orecchie degli altri

A causa della coincidenza con uno spettacolo teatrale prenotato da tempo (ne scrivo in un altro post), non ho potuto assistere al concerto dei “Roots Magic” sabato scorso al Piccolo Coccia nell’ambito della stagione invernale di Novara Jazz. Tempo fa un’amica e lettrice assidua delle mie note, mi disse come spesso capita, che “non capiva il jazz”. Le proposi un gioco: avrebbe dovuto andare ad un concerto a sua scelta e avrebbe dovuto provare a scriverne. Il caso ha voluto che io a quel concerto non abbia assistito (e nemmeno abbia potuto incontrare la mia amica). Quale occasione migliore allora per riproporre a Voi, il suo primo scritto? La dimostrazione che tutti i limiti e i pregiudizi albergano solo nella nostra testa e che basta dar loro uno sfratto esecutivo per aprirci a nuove esperienze, a nuove conoscenze, persino a nuove passioni.

Ecco a Voi il pezzo: «Inizia il sax e mi sento avvolta dal suono di uno sciame di insetti. Con i brani di Charlie Patton la mia mente ha viaggiato su di un treno ai ritmi trascinanti del delta del Mississippi, ma anche ai ritmi tribali africani. Marion Brown, pezzo di vita rurale “November cotton flowers”, la fioritura cotone a novembre, un evento impossibile, quindi ricco di simbolismo pezzo dal testo di Jean Toomer che andrebbe approfondito. Immaginavo le file dei poveri schiavi e sentivo forte il suono delle loro catene.  In un brano bellissimo e infinito il clarinettista, tolte le scarpe ha suonato con i piedi campanelli e altri piccoli oggetti sonori mentre il batterista faceva scivolare un archetto sui piatti.  L’ho “sentita” questa musica, forte, suadente e ricca di vitalità. I brani sono di repertorio country blues ma riscritti ed arrangiati con la personalissima chiave di lettura di questo fantastico gruppo il cui  nome significa “Radici magiche” con le quali sembrano aver preparato per il pubblico, pozioni davvero ammalianti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,