Idee

Razzisti o no?

In Italia, in questo momento, una parte dell’opinione pubblica da ad un’altra del razzista e quindi anche del fascista e l’altra risponde che non è vero, non è razzista.

Molti dicono di non essere razzisti perché non odiano gli uomini di un altro colore della pelle.

Inoltre ritengono che tutti gli uomini siano uguali di fronte alla legge a prescindere dalla provenienza territoriale.

In questo senso credo che abbiano ragione, perché in Italia non esiste un vero e proprio problema razziale ma c’è il problema del rapporto con tutti gli stranieri a prescindere dal colore della pelle, con una maggiore avversione, spesso molto forte, per gli stranieri che arrivano dall’Africa e per quelli di religione islamica e in questo senso si sta diffondendo e consolidando l’islamofobia.

È lo straniero che, secondo molti, non dovrebbe venire in Italia, nemmeno forse ad investire, comunque soprattutto a lavorare. In questo senso credo davvero che la parola razzismo sia inappropriata mentre molto più adatta sia la parola xenofobia, avversione o odio per gli stranieri, fino a considerarli portatori di minori diritti e meno meritevoli di aiuto degli italiani, a volte addirittura di nessun aiuto.

Solo che la parola xenofobia è difficile, molto meno conosciuta e allora si finisce con l’usare la parola razzismo, meno corretta in questo caso.

La xenofobia è evidente in certi movimenti politici che non si stanno più accontentando di esprimere scarsa considerazione e spesso disprezzo verso gli africani ma anche perfino verso  europei bianchi e cattolici come i francesi o i tedeschi . Certamente la xenofobia ha diversi gradi e manifestazioni ma è anche certo che, in generale, in Italia non è mai stata così forte tanto da rendere diffusa l’idea che saremmo oggetto di un’invasione straniera.

  1. Avatar

    Caro Pierluigi ti trovo troppo ottimista escludendo il razzismo… Forse , tranne nelle nostre grandi città, siamo troppo provinciali non avendo mai condiviso con “ gli altri colorati” la vita quotidiana! Basta salire su una metropolitana a Londra o Parigi per capire che “quelli indietro” siamo noi… Ma ti è mai capitato di vederd posti liberi su un treno ,anche abbastanza affollato, solo perché accanto a una persona di colore? A me sì… Per quanto riguarda la xenofobia verso certe nazioni “ i francesi se la tirano “ “ gli inglesi ci trattano con sufficienza” ecc , di solito arriva da persone che al massimo sono state in quelle nazioni tre giorni in gita scolastica… e fondamendale “ hanno mangiato male”…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,