Idee

Quello che ho capito della ricetta di Padre Occhetta per un governo di scopo

Padre Francesco Occhetta, il gesuita originario di Romentino che è l’editorialista per la politica italiana de La Civiltà Cattolica mi sembra che sia contrario ad andare subito, in tempi brevi ad Elezioni anticipate dopo lo strappo di Salvini.

Non solo è preoccupato come molti di mettere in sicurezza i conti ma ha introdotto il tema di una nuova legge elettorale completamente proporzionale al posto dell’attuale che è un misto di maggioritario e proporzionale.

 

 

 

Il proporzionale è il contrario dei “pieni poteri”, costringe a firmare coalizioni in cui ci siano più partiti e nessun leader supremo, in cui si debbano trovare soluzioni mediate sempre e mai emettere diktat.

In Parlamento oggi esiste una maggioranza per votare una legge integralmente proporzionale? Escludiamo la Lega che vede solo a priori una vittoria schiacciante in tempi brevi grazie all’attuale legge.

Poi ci sono i 5 Stelle che sono sempre stati per il proporzionale puro salvo convertirsi nel 2014 al maggioritario perché vedevano vicina la vittoria che poi ebbero salvo perderla in un anno.

Il Pd infine è sempre stato maggioritario, anzi sotto Renzi integralmente maggioritario, con vocazione maggioritaria. Dovrebbe convertirsi a 360 gradi.

Mi sembra un’ipotesi suggestiva quella di Padre Occhetta ma difficilmente realistica senza una forte determinazione di Pd e 5 Stelle in questo senso che oggi non si intravede.

Certo il maggioritario non è mai apparso così poco adatto all’Italia, paese facile a seguire gli estremismi di turno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,