Idee

Politica e media senza troppi scrupoli?

Un uomo ha subito numerosi furti nella sua attività tanto che nessuna assicurazione vuole più tutelarlo.

In uno stato di esasperazione uccide un altro uomo.

È un dramma: un uomo uccide un altro uomo, una vita finisce tragicamente e un’ altra porterà per sempre il peso di un atto così grave.

È un fallimento per tutti: lo Stato che non riesce a garantire la proprietà , un uomo che per delinquere perde perfino la vita, un uomo che ha ucciso e non è un assassino di mestiere.

Solo la magistratura potrà accertare i fatti e giudicarli, nella difesa dei diritti di tutti. È proprio necessario oltre a dare la notizia piegare questo dramma alle esigenze della dialettica politica sui media e a quelle della propaganda politica di ogni segno? Tutto può essere spettacolarizzato?

A cosa serve? Cosa ci può dare in più per la definizione di una legge che non può essere fatta sull’onda dell’emotività , ad una politica che garantisca davvero la sicurezza?

Mi pare che siano domande che dovemmo porci tutti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,