Idee

Novara davanti alla Grotta

C’è una Novara che soffre, spesso in silenzio e nel nascondimento, che non grida però, che non protesta e spesso non si lamenta.

Una Novara che immersa nella sofferenza, nel dolore, nella malattia, lotta contro la malattia, si sforza in tutti i modi di guarire, vive con grande dignità mali inguaribili e in parte incurabili, che però non pensa di essere inutile, che non si abbandona allo sconforto, che non vuole togliere il disturbo perché pensa che, nonostante tutto, la propria vita così provata abbia un senso e un valore profondi.

E’ la Novara dei malati dell’Oftal, che con i loro barellieri e le loro dame di ogni età e ceto sociale oggi è a Lourdes, davanti alla Grotta. È una presenza che interroga il credente ma anche chi non è credente e sa che il Mistero della sofferenza e del dolore ci interroga sempre, non ci lascia mai tranquilli.

Questa Novara che prega e che vive, spera, soffre, gioisce in una misura che a molti di noi non è data oggi è nel nostro cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,