Idee

Non piove da settimane…

Non piove da settimane: è ottobre, ma splende un bel sole caldo o, al massimo, cala una di quelle nebbie grigie che sanno di veleno.

È probabile che a queste bizzarrie climatiche, difficili da digerire per molti di noi nati qualche decennio fa, ci si debba abituare, ma di sicuro non ci si può, né ci si deve abituare agli effetti collaterali che si portano dietro, primo fra tutti l’insostenibile aumento del Pm10, dannosissimo per la salute di tutti, non solo bambini, anziani e malati.

Qualunque rimedio, pubblico o privato, non può che avere effetti relativi, soprattutto nel breve periodo, ma può essere prezioso per sostenere la cultura della sostenibilità, ancora troppo lontana dalle abitudini e dagli interessi di tanti. Ovviamente ci sono provvedimenti che hanno un’applicabilità immediata ed altri, di solito i più efficaci, che hanno bisogno di interventi strutturali e necessitano di tempo e di investimenti, ma non si può più far finta che sia tutto normale, gestire l’emergenza e poi girarsi dall’altra parte.

Trasporti pubblici più efficienti da tutti i punti di vista, mobilità sostenibile incentivata in modo serio e ammodernamento degli impianti di riscaldamento sono ambiti di intervento fondamentali per invertire la rotta della qualità dell’aria, a Novara come in qualunque altra città. All’Amministrazione il dovere di agire tempestivamente, ai cittadini quello di vigilare e di contribuire personalmente al miglioramento della qualità di vita di tutti. Perché se è vero che nessuno di noi da solo è decisivo, è altrettanto vero che comportamenti virtuosi producono risultati importanti. Ad esempio, lasciamo a casa l’auto ogni volta che è possibile, facciamo due passi a piedi o verifichiamo se ci sia un bus che arriva nelle vicinanze; organizziamoci per far arrivare i bambini a scuola con il pedibus; condividiamo l’auto con qualche collega ogni volta che si può: sono piccoli investimenti quotidiani che, se diffusi, possono generare grandi cose.

E poi proviamo a verificare se la gestione del riscaldamento nel nostro condominio non sia in qualche modo migliorabile perché un impianto più efficiente permette temperature più omogenee e sane. Su tutto, abbiamo buona cura del verde, sempre e comunque, perché è il nostro più grande alleato.

Insomma, ciascuno di noi più fare la sua piccola, importantissima parte, l’importante è non far finta che il problema non esista o che non ci riguardi direttamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati