Idee

Meglio Alessandro Borghese di Junio Valerio Borghese

Quando avevo 10 anni le cronache politiche e giudiziarie erano piene delle gesta del Comandante Junio Valerio Borghese: già comandante della X Mas, un corpo scelto di fanteria della Marina Militare che sotto la sua guida aderì quasi interamente alla Rsi di Mussolini rendendosi colpevole di rastrellamenti, arresti, uccisioni di migliaia di partigiani e antifascisti in collaborazione con le truppe naziste occupanti.

Non contento di   questo passato vergognoso Borghese negli anni ’70 promosse un colpo di stato un po’ da operetta in cui le guardie forestali avrebbero dovuto occupare la Rai di Roma e rovesciare le istituzioni democratiche.

Il Golpe non riuscì per fortuna e Borghese dovette fuggire in Spagna allora governata dal dittatore fascista Franco.

Quei farneticanti e un po’ rincoglioniti generali e ammiragli nostalgici di Mussolini parlavano in continuazione di Dio, Patria, Famiglia ma invece   volevano togliere agli italiani quella democrazia e libertà che   erano costate tanti sacrifici e tanto dolore.

Oggi, l’unico Borghese di cui si parla è Alessandro, lo chef di successo, star tv che ci insegna a giudicare cuochi e ristoranti come fossero le cose più importanti del mondo.

Forse Borghese lo chef potrà sembrare banalotto rispetto al “Principe Nero” come era chiamato Junio Valerio Borghese ma preferisco l’atmosfera di oggi satura di odori di cucina che quella piena di timori per la democrazia degli anni ’70 e spero proprio che possa continuare così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,