Idee

Luoghi comuni sul sindacato italiano

Tutte le volte che Cgil-Cisl-Uil lanciano una mobilitazione contro le scelte di politica economica di un Governo i sostenitori di quel Governo dicono che lo fanno perché sono politicizzate e in malafede.

La prima volta che ho sentito questa cosa avevo appena iniziato a lavorare e a scioperare: c’era al Governo Bettino Craxi.

La stessa cosa la sentii per i Governi di Goria, De Mita, Andreotti, Amato, Berlusconi in tutti i suoi governi e poi Prodi, Monti, Renzi e ora Conte.

Secondo i sostenitori di tutti questi governi, ovviamente in modo alternato , il Sindacato di ogni colore non coglie la novità del Governo in carica e avrebbe dovuto prendersela di più con il Governo di prima e con il Governo di prima ancora.

Nonostante questo per tutti questi critici dei Sindacati il Sindacato sarebbe in crisi perché non sarebbe più duro e combattivo come una volta.

Spesso quelli che vogliono insegnare al Sindacato come dovrebbe comportarsi non hanno mai lavorato o se hanno lavorato hanno fatto gli avvocati, i commercianti, gli imprenditori e i dirigenti ma mai i lavoratori dipendenti.

Questi luoghi comuni ormai resistono da decenni e credo che resisteranno anche per i prossimi decenni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,