Idee

La Chiesa e le Elezioni

Non c’è nessuna ingerenza della Chiesa italiana in queste elezioni europee e regionali di fine maggio. Il Papa stesso ha ripetuto molte volte che pensare ad un partito dei cattolici in quanto tali, sostenuto dalla Chiesa italiana è fuori dalla storia, e Papa Francesco viene da un Paese come l’Argentina in cui non è mai esistito un partito democristiano.

Del resto l’influenza della Chiesa in quanto tale si è ridotta moltissimo dalla fine della I Repubblica quando Papa Wojtyla alla vigilia delle elezioni del 1994 scrisse una lettera all’Italia in cui espresse tutte le sue preoccupazioni per le tendenze scissioniste della Lega Nord di Bossi contro L’Unità d’Italia ma questo non impedì alla coalizione guidata da Berlusconi, di cui faceva parte la Lega, allora molto forte al Nord, di vincere le elezioni con un ampio margine a danno della coalizione di Martinazzoli/Segni.

Anche Berlusconi ha avuto pesanti critiche morali per i suoi comportamenti ma questo non impedì a Berlusconi di vincere nel 2008 le Elezioni.

Ora la Chiesa è molto lontana dalla politica “ politicienne” , certo se la tira per i capelli come fa Salvini strumentalizzando  il Rosario, i Santi per sacralizzare la sua politica non si può pretendere che la Chiesa stia zitta.

Poi la Chiesa continuerà imperterrita a comunicare la sua dottrina di sempre : no all’aborto anche se la legge lo consente, no all’eutanasia anche se la legge potrebbe domani consentirla, si all’accoglienza dei migranti, no al razzismo e al nazionalismo esasperato.

Starà poi ai fedeli che vogliono ascoltarla o meno verificare la coerenza dei programmi e degli uomini politici con l’insegnamento della Chiesa e scegliere magari il minor male ma in modo autonomo.

Ogni tentativo di usare la Chiesa a sinistra o a destra lascia dunque il tempo che trova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,