Idee

Image Drum

Londra, maggio 2019. “Image Drum” è l’immagine che il tamburo fotosensibile della fotocopiatrice ricostruisce per la stampa ed è anche il titolo della piccola mostra che ho visitato alla Royal Academy di Londra qualche settimana fa. Il ricordo non può che correre agli anni beati del liceo artistico, quando da studente impenitente, riuscivo a mettere le mani sulla fotocopiatrice della segreteria, che utilizzava ancora fogli leggermente gommosi, e riuscivo a dar sfogo alla mia incontenibile fantasia per creazioni realizzate con fogli accartocciati, stropicciati o addirittura lacerati. Non era epoca di grandi tecnologie, ma il liceo artistico aveva piccole “wunderkammer” come la camera oscura, il laboratorio di serigrafia, il forno per la cottura della creta e, appunto, per i più estrosi, “oggetti impropri per la produzione di elaborati” come poteva essere una primitiva fotocopiatrice. A Londra, Adam Shield e Thomas Whittle in collaborazione con altri artisti, Sam Austen, Brian Griffiths, Katharina Hoeglinger and Anastasia Pavlou in residenza presso il museo, usano questo bello spazio denominato “Weston Studio” per piccoli workshops, nei quali il pubblico della Royal Academy  può interrogare direttamente gli artisti durante l’esecuzione delle opere. Certo niente di particolarmente eclatante, ma esperienze interessanti che rendono meno problematico l’approccio del pubblico all’arte contemporanea. Le immagini sono variamente elaborate, grazie alle macchine fotocopiatrici (mostra sponsorizzata da Epson), con risultati piuttosto interessanti.  Spesso a Londra o a Parigi, (ma naturalmente anche altrove, qualche volta persino in Italia), mi imbatto in questi che, più che esperimenti, sono ormai pratiche consuete  di musei e istituzioni artistiche. Una buona abitudine da utilizzare magari anche in qualche museo cittadino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,