Idee

Il Diavolo, probabilmente

Non si è mai parlato tanto del Diavolo come in questa settimana. La colpa sarebbe addirittura, secondo alcuni, della presentatrice e comica Virginia Raffaele che avendo citato dal palco di Sanremo il Grande Tentatore più di una volta lo avrebbe rimesso in gioco, secondo un sacerdote esorcista a cui il Ministro degli Interni, esperto e competente anche in fatto di lotta ai demoni,  ha dato ragione.

Così se la Raffaele avrebbe citato impunemente 5 volte il Diavolo tutti quanti lo avremo citato almeno 5 milioni di volte in ogni luogo della Terra e del Web. Sono anch’io fortemente convinto della presenza e della forza come non mai del Diavolo, oggi in Italia. Se non esistesse il Diavolo non potrebbero avere successo tutte quelle creme, palestre, cliniche di chirurgia plastica e poi corsi , beveroni, pastiglie, trucchi che promettono a tutti e a tutte l’eterna giovinezza, freschezza, fortezza e bellezza. Se non esistesse il Diavolo molta gente non potrebbe credere di essere cristiana respingendo chi è più povero, rimanendo indifferente alla sua sorte. Per questa nostra gente a cui appartengo pure io l’Inferno esiste e l’Inferno sono gli Altri come diceva Paul Sartre.

Fare il male è non fare il bene e siamo sempre più convinti invece che per essere buoni basta non uccidere nessuno, non rubare a nessuno. Senza la presenza di Qualcuno che confonda le carte è difficile spiegare razionalmente tanta crisi della ragione e della ragionevolezza. Per cui io ci credo ma non penso che la colpa possa essere della Raffaele e non penso che possa bastare un’ora di educazione antisatanica nelle scuole per combattere il Diavolo. Poi ci è stato promesso: “Non prevalebunt” , io ci credo, ci voglio credere ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,