Idee

I moderati poco intellettuali in piazza sabato a Torino…

Caro Direttore,

sai che ogni tanto ti annoio sui temi economico finanziari. Ma oggi non posso non condividere una riflessione più “macro” sulla manifestazione “ Si Torino va avanti “ di sabato a Torino. Alla quale ho partecipato con tanti amici imprenditori e professionisti e gente normalissima.  Si è parlato di manifestazione di vecchi . Come se 30 o 40 mila che fossero i cittadini in piazza, se sotto i 50 anni sarebbero stati più significativi. Più chic. Più importanti. E già,  per certa politica c’è popolo e popolo, cittadino e cittadino…alcuni compagni sono più uguali di altri. Vecchia storia.

Ma noi moderati siamo abituati ad essere intellettualmente disprezzati,  siamo noiosi. E periodicamente  però siamo all’avanguardia e ci vengono poi a dar ragione. (I grandi intellettuali si convertono, i mediocri ignoranti come  noi non sono mai stati neppure per un minuto comunisti o fascisti….).

In piazza ho visto persone di ogni tipo, certamente qualificabili come persone della borghesia spesso silenziosa, o dei c.d. “Ceti produttivi”. Termine anziano ma non così stolto. Io non conosco tanti modi alternativi ed onesti , per garantire democrazia libertà e benessere, se non essere operosi. A Torino lavorare è considerato un valore. Il progresso e l’Europa non ci fanno paura. In piazza un cartello ricordava Cavour. Le sue riforme hanno creato benessere, progresso, e guardavano all’Europa più evoluta.  Peggio ci spaventa la idiotissima decrescita felice. E per molti di noi a Torino ed in Piemonte  una manifestazione educata , senza spranghe e insulti, è normale. Dovremmo vergognarci di questo? A noi il reddito di piemontesismo non interessa. Da secoli lavoriamo per il benessere personale e collettivo. E per concludere, un editorialista del Corriere domenica ha saggiamente osservato che a Torino ed in Piemonte siamo  anche abituati a capire di coesione sociale. Da secoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati