Idee

Essere Italiano

Se sei altoatesino non sei italiano?

Se sei valdostano sei italiano o sei francese?

Se sei Veneto non sei italiano?

Se sei del Nord non sei italiano?

Se sei sardo non sei italiano?

Se sei biondo non sei italiano?

Se sei alto non sei italiano?

Se non sei cattolico sei italiano?

Se sei ebreo non sei italiano?

Se non vivi più in Italia non sei italiano?

Se sei comunista non sei italiano?

Se sei fascista non sei italiano?

Se non ti piacciono gli spaghetti non sei italiano?

Se non sai bene l’italiano non sei italiano?

Sono solo alcune delle tante eccezioni all’essere italiano che sono state fatte e che sono fatte e che saranno ancora fatte in futuro.

Essere Italiano non è una razza, non corrisponde a tratti specifici fisici, la stessa appartenenza  al tipo umano europeo significa poco: abbiamo siciliane bionde con occhi azzurri e siciliani scuri e piccoli ma anche valdostani bruni e piccoli.

Essere Italiano non corrisponde nemmeno alla lingua: l’Italiano non è e non sarà mai l’unica lingua del nostro Paese che è parlata anche nella Svizzera italiana e che è affiancata da numerosi dialetti dal Veneto al siciliano, alla lingua sarda a quella francese, l’occitanica, il tedesco, il ladino, l’albanese, il bergamasco, il borgomanerese, etc, etc.

 

 

Essere Italiani non coincide con l’essere cattolici, da prima della Riforma di Lutero abbiamo i Valdesi, da molto prima della venuta di Cristo in Italia vi abitano gli Ebrei, dai tempi di Giordano Bruno liberi pensatori e anticlericali.

Essere italiani significa mangiare gli spaghetti, i pizzoccheri, ma anche il risotto, la pizza ma anche la polenta, il capretto ma anche le rane, il gorgonzola ma anche le rane.

Essere Italiani può aver significato essere comunisti, socialisti, liberali , democristiani, anarchici, berlusconiani, renziani, grillino.

La maggioranza dei Santi sono italiani, ma anche la maggioranza dei mafiosi di tutto il mondo. Fuori dal nostro Paese vivono ben dieci milioni di discendenti di italiani che hanno diritto alla cittadinanza: la maggioranza di loro non ha mai visitato il nostro Paese e non sa parlare l’italiano.

Quasi quattro milioni di italiani vivono sotto la soglia della povertà e fra gli italiani ci sono alcuni fra i miliardari più ricchi del mondo.

E c’è ancora chi vuole dirci chi è italiano e chi non lo è, definire in modo univoco e perfetto l’italianità, che non so se esiste ma grazie a Dio anch’io sono/non sono italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati