Idee

Dorothea Tanning

Londra, 4 maggio 2019. Qualcuno di voi ricorderà una mostra a a Milano che in Italia fece storia: “L’altra metà dell’avanguardia” curata da Lea Vergine;  ebbene quando la curatrice inviò a Dorothea Tanning la richiesta di un’opera, per quella mostra che si prefiggeva di trattare l’altra metà del mondo artistico al femminile, Dorothea Rispose: «Carissima, benché apprezzi molto il suo intento, non potrò mandarle alcuna opera poiché non sono così certa di essere una donna, così come non sono poi così certa di essere un uomo…» .

Ed è con questo spirito che occorre guardare la favolosa mostra della Tate Modern che raccoglie una produzione straordinaria che va dagli anni del suo incontro col Surrealismo parigino, agli anni del suo significativo soggiorno in Arizona, del quale restano evidenti tracce nelle rappresentazioni della natura,  fino alle affascinanti creature di stoffa della fine degli anni Sessanta, anche se Alyce Mahon a Ann Coxon curatrici della mostra hanno preferito, e giustamente, una divisione tematica.

Continuo a pensare che la Tanning migliore sia quella lontana dalle inevitabili influenze del marito, Max Ernst ed è per questo che credo che le sezioni “Tango Lives”, “Hotel du Pavot”’e quella conclusiva siano quelle più originali e significative. “La Chambre 202 dell’Hotel Pavot” riesce sempre a crearmi uno stato d’animo di puro divertimento benché sia cupa e angosciante. I “mostri” di pezza di Dorothea sono esseri burloni e benché partoriti dall’inconscio incontrollato dell’artista, una notte in loro  compagnia non mi dispiacerebbe affatto. Del resto l’ultima sezione si chiama proprio “Soft bodies and wild desire”, invitante vero?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,