Idee

Domus 90. Gio Ponti

Quando ho poco tempo (mai poca voglia), mi dedico alle piccole mostre che spesso danno grandi soddisfazioni. È il caso di oggi. La Galleria Sozzani di Corso Como è, come ho più volte sottolineato, il luogo ideale per preziose scoperte e utilissime conferme. La rivista “Domus” festeggia quest’anno i novant’anni di vita e come ricordarla meglio se non dedicando una piccola mostra a Gio Ponti suo instancabile animatore? Ecco allora “Domus 90. Gio Ponti”: fotografie, arredi, oggetti, disegni e pensieri del grande architetto. La sua carriera infinita lo ha portato ad essere direttore della Richard-Ginori, fondatore di “Domus” appunto, collaboratore di Piero Fornasetti, fondatore del “Compasso d’oro”, progettista con Pier Luigi Nervi del grattacielo Pirelli, il più bel grattacielo d’Italia, ideatore della sedia di Cassina e tante, ma proprio tante altre cose. La piccola ma invitante mostra di Corso Como Dieci, espone pochi ma preziosi reperti di questo grandissimo artista italiano, ma abbastanza per tornare a riflettere sulla capacità dei designer e degli architetti italiani di fare scuola. La mostra è poi accompagnata da un piccolo “focus” sulla fotografia di Giorgio Casali con una selezione di trenta stampe vintage che illustrano il lavoro di Casali per “Domus”. Lisa Ponti, figlia di Gio, scrisse di lui: “Casali fotografava bene solo gli spazi che gli piacevano, i bellissimi spazi. Diventava triste davanti a una casa mediocre…”. Come dargli torto? Ambienti brutti e degradati producono una umanità brutta e degradata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati