Idee

Berna ovvero la mobilità perfetta

Molte cose ti possono colpire di Berna: una città medievale ancora integra con i suoi infiniti portici, le sue fontane, le facciate decorate come ai tempi delle corporazioni, il grande museo moderno dedicato a Paul Klee, progettato dal nostro Renzo Piano.

Quello che ti salta subito all’occhio è il perfetto sistema di mobilità per una città che sarà anche piena di ambasciate di tutto il mondo, perché è la capitale solo “ ufficiosa” della Svizzera ma ha pur sempre solo 160 mila abitanti.

La città è interamente attraversata da una rete di tram e filobus elettrici , molto frequenti, con fermate frequenti, dove ci sono chioschi blindati dove si possono comprare i biglietti pagandoli in contanti o bancomat e carta di credito, con display luminosi in alto ad ogni fermata, continuamente aggiornati in tempo reale sui tempi di arrivo e passaggio dei vari mezzi.

I filobus sono puliti, con molti posti a sedere, guidati spesso da donne.

La città storica è perciò interamente dominio dei pedoni che ne invadono pacificamente le strade e di migliaia di biciclette parcheggiate in grandi isole ma anche qualcuna ancorata ad un palo isolato.

Non credo che sia solo una questione di mezzi economici che certo non mancano, di senso civico diffuso ma una precisa scelta politica che va avanti coerentemente nel tempo nonostante le comodità individuali e l’alternarsi degli amministratori.

Una scelta di civiltà e di qualità della vita per tutti.

  1. Avatar
    Alessandro Bussani

    Mio figlio che abita A Berna da alcuni anni mi segnala che in realtà la foto è stata scattata a Winterthur all’incirca nel 1985

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,